Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Jesi, rifiuti abbandonati al cimitero: paga il Comune

L'amministrazione costretta a spendere oltre 2mila euro per rimuovere la sporcizia lasciata da qualcuno nei pressi del camposanto

Il cimitero di Jesi

JESI – Costerà 2.200 euro rimuovere alcuni rifiuti abbandonati nei pressi del cimitero. E pagherà il Comune. Per la precisione, si tratta di casseformi in polistirolo presenti da diverso tempo, il cui proprietario è ignoto. I tecnici municipali hanno eseguito alcune verifiche, ma è impossibile risalire ai responsabili dell’atto di inciviltà. Pertanto, gli uffici hanno dato mandato a una ditta specializzata di occuparsi dello smaltimento. Non è la prima volta, purtroppo, che capita.

Calcinacci, cartongesso e altri materiali di provenienza domestica. Sono questi i rifiuti che si trovano spesso nelle aree periferiche, nelle vicinanze di ponti e viadotti e nelle zone di campagna. Vengono abbandonati, noi li rimuoviamo e pochi giorni dopo ce li ritroviamo», ha già evidenziato l’assessore all’ambiente, Cinzia Napolitano, che ha predisposto un’intensificazione dei controlli assieme alla Jesiservizi.

Dovrebbero entrare in funzione anche le fototrappole, che consentono di stanare i trasgressori nel momento in cui compiono l’illecito, inviando in tempo reale immagini e video alla polizia locale. Ma non potranno essere piazzate ovunque. I comportamenti intollerabili di alcuni, insomma, continueranno a essere pagati da tutti gli altri.