Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Pittura e musica: le arti si fondono per la rassegna Malati di Niente

Straordinarie opere pittoriche realizzate sulle note delle canzoni del gruppo musicale "Quei fiori malsani": una serata emozionante alle Monnighette

malati di niente pittura musica
Piazza delle Monnighette per la rassegna Malati di Niente

JESI – Una serata piacevole ed emozionante quella organizzata ieri sera (13 settembre) in Piazza delle Monnighette nell’ambito della rassegna Malati di Niente.

malati di niente pittura musica
Maiolatesi, Quaglieri e Marconi

Massimo Melchiorri, Luciano Zannini, Vittoria Franceschi e Andrea Marconi hanno dipinto le loro emozioni su grandi tele, accompagnati dalla musica di “Quei fiori malsani” (leggi l’articolo). «Dal 2000 portiamo avanti un nuovo modo di lavorare rispetto al disagio mentale – ha detto Gilberto Maiolatesi coordinatore del servizio Sollievo, la rete in cui rientra Malati di Niente – Un impegno non semplice il nostro, di questi tempi, quello di credere nel rispetto per il diverso. Crediamo molto nel linguaggio delle arti, al posto delle medicine: in questo caso la musica e la pittura. Dal 2004 portiamo avanti un laboratorio con Andrea Marconi: una opportunità importantissima che ha ottimi risultati». Presente anche l’assessora alla sanità Marialuisa Quaglieri: «All’inizio del mio mandato ho partecipato alla tradizionale festa in giardino della comunità Soteria: credo molto nell’accoglienza e nella possibilità di superare così le difficoltà».

«Musica e pittura insieme sono uno scambio culturale ed emotivo importante – ha sottolineato Andrea Marconi – L’arte è capace di mettere in mostra le emozioni davanti ad un pubblico». Proprio questo sono riusciti a fare i protagonisti della serata: una sfida culturale, di cui la città è grata, una provocazione positiva per ribadire il valore del rispetto verso chi è in condizioni di fragilità.