Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Jesi, pronta in primavera la nuova rotatoria in via Ancona

Aggiudicato l'appalto per i lavori all'incrocio con viale Don Minzoni: cantiere da febbraio, tre mesi per il completamento e 150 mila euro di spesa ad un passaggio fra i più a rischio della viabilità cittadina

La rotatoria fra via Ancona e via Don Battistoni

JESI – Cinquanta metri di diametro e nove di carreggiata a doppia corsia: per la nuova rotatoria prevista all’incrocio tra via Ancona e viale Don Minzoni i lavori dovrebbero scattare già dal prossimo febbraio. Tre mesi di cantiere per avere il manufatto completato, di 150 mila euro la spesa.

L’appalto è stato aggiudicato, restano i tempi tecnici burocratici per la verifica della documentazione e l’ufficialità dell’affidamento.

«L’intersezione tra via Ancona e viale Don Minzoni- era stata la valutazione degli uffici – è tra le più pericolose della città, i frequenti incidenti che si verificano risultano particolarmente gravi in quanto via Ancona, per la sua conformazione, viene generalmente percorsa a velocità elevate. La realizzazione di una rotatoria provvisoria comporta l’adeguamento della sede stradale attuale e la realizzazione delle relative opere connesse (raccolta delle acque meteoriche, predisposizione cavidotti illuminazione), pertanto è opportuno procedere direttamente alla realizzazione della definitiva».

È poco lontana l’altra, ultima rotatoria in ordine di tempo realizzata in città, quella all’incrocio di accesso alla Zipa fra via Ancona e vi Don Battistoni, poche centinaia di metri dallo stabilimento jesino della Cnh Industrial che se ne occuperà: 15 mila euro di spesa per l’allestimento e 3 mila euro annui per la manutenzione in base all’accordo di “sponsorizzazione”. Questa rotatoria è costata 120 mila euro: la definitiva è stata realizzata dopo oltre un anno di sperimentazione sul posto con una provvisoria con jersey in plastica. Realizzato anche uno spartitraffico, sempre su via Ancona, fra gli incroci con viale Don Battistoni e con viale Don Minzoni, che impedisce ai veicoli in uscita dal centro urbano di attraversare la carreggiata per raggiungere le attività presenti sul lato sinistro della strada (fra le quali il centro sportivo Pieralisi e l’Hotel Federico II) e di immettersi su via della Figuretta.