Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

A Jesi la presentazione del primo romanzo “cartaceo” di Michele Pinto

Il giornalista e scrittore di Senigallia presenta all'Ortolibreria di via Gramsci il suo lavoro "Timoteo e Dafne" prendendo spunto dalla storia e dalla filosofia epicurea

JESI – Si terrà sabato 7 dicembre la presentazione del romanzo “Timoteo e Dafnedel giornalista e scrittore di Senigallia Michele Pinto. L’appuntamento è per le 17.30 presso l’ortolibreria di via Gramsci, dove l’autore accompagnerà i lettori in un viaggio tra l’Atene del primo secolo e la coscienza dei protagonisti.

“Timoteo e Dafne” trae spunto dalla passione di Pinto per la filosofia, che lo ha portato nell’estate 2019 a organizzare il primo festival epicureo “Amicizia, filosofia della felicità”. La storia narra le vicende di Dafne, cresciuta nel giardino alla periferia di Atene dove Epicuro, a differenza di tutti gli altri filosofi, insegnava la sua filosofia incentrata sulla ricerca della felicità.

Nel 50 d.c., secondo gli atti degli apostoli, san Paolo si recò ad Atene, accompagnato da Timoteo, il suo discepolo preferito. E’ lì che Timoteo incontrerà Dafne per esserne poi rapito dallo sguardo: l’amore tra i due scoppierà come un fulmine a ciel sereno e sarà totale, assoluto. Timoteo e Dafne non verranno divisi dalle persone intorno a loro, ma dalla loro incapacità a rinunciare alle proprie ambizioni, alla propria fede. Eppure 15 anni dopo, tra un colpo di scena e l’altro, l’amore trionferà. Comunque.

Eventi che si intrecciano tra loro e con la Storia con la “S” maiuscola, quelli che Michele Pinto celebra in “Timoteo e Dafne”, il suo primo romanzo cartaceo dopo altri lavori digitali. Saranno presentati grazie alla casa editrice Ventura Edizioni, che dal 2018 raccoglie e valorizza autori e storie del territorio marchigiano.