Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

L’uomo e la montagna: quattro racconti a Villa Borgognoni

Quattro appuntamenti per affrontare da differenti punti di vista il rapporto tra l'uomo e la montagna. L'evento è una collaborazione tra Ostello delle Idee, Libreria Indipendente Sabot, Polisportiva Ackapawa, ViaggieMiraggi Marche e Cai Jesi

Asp

JESI – Prende il via stasera “Montagne da leggere. Percorsi e pensieri della nostra terra” a Villa Borgognoni.

Nello splendido palazzo di via Crivelli, l’Ostello delle Idee insieme alla Libreria Indipendente Sabot, la Polisportiva Ackapawa, ViaggieMiraggi Marche e il Cai Jesi organizzano quattro appuntamenti, quattro presentazioni, quattro libri per affrontare da differenti punti di vista il rapporto tra l’uomo e la montagna. La rassegna è anche il primo appuntamento con le iniziative a sostegno del progetto per Villa Borgognoni “Un Ostello per la Città”. «Il trekking, la speleologia, l’interesse per la flora e le storie che attraversano le nostre montagne e i suoi abitanti sono al centro del programma – spiegano gli organizzatori – Diari di viaggi e scoperte in un territorio dove gli elementi della natura creano paesaggi suggestivi che non finiscono mai di emozionare».

Il via questa sera alle 21 a Villa Borgognoni con “Appennino atto d’amore” con Paolo Piacentini presidente Federtrek, che ha intrapreso un viaggio sull’Appennino e camminando, affronta il rapporto tra uomo e montagna, anche alla luce del terremoto che ha colpito le Marche. Mercoledì 25 maggio sarà Francesco Burattini a presentare il suo libro “Conero i sentieri del lavoro”, una vera e propria guida sul Monte Conero. Mercoledì 30 maggio l’appuntamento è con Giovanni Santoni e la “Flora delle forre marchigiane, guida al riconoscimento delle specie”, chiuderanno la manifestazione il 6 giugno i fratelli Mauro e Maurizio Bolognini scopritori delle Grotte di Frasassi con “La scoperta della Grotta grande del vento nel parco di Frasassi”.

eterotopie Festival libri jesi
La seconda edizione del Festival Eterotopie organizzato dalla libreria Indipendente Sabot

«L’iniziativa organizzata a Villa Borgognoni prende in esame la montagna e il rapporto con l’uomo – spiega Giovanni Cacciani della Libreria Indipendente Sabot che lo scorso anno aveva messo il tema del viaggio al centro del primo Festival Eterotopie – Due di questi incontri, quello sul Conero e quello con i fratelli Bolognini, saranno seguiti da due trekking nei luoghi affrontati».