Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Il Comitato Parco del Vallato e Via del Molino è la risposta a chi chiede sicurezza

Sarà presentato sabato prossimo al Palazzo dei Convegni, costituzione fortemente voluta dal presidente, Damiamo Paoletti. Nel consiglio anche Silvia Gregori: «La situazione della zona è diventata insostenibile per i residenti»

Il Parco del Vallato, residenti esasperati
Il Parco del Vallato, residenti esasperati

JESI – «Questo è un progetto pilota che se darà i risultati sperati potrà essere utilizzato anche in altre aree cittadine dalle quali ci pervengono richieste di informazione».

Il progetto in questione è la costituzione del Comitato Parco del Vallato – Via del Molino, comitato che sarà presentato ufficialmente proprio sabato prossimo, 20 gennaio, al Palazzo dei Convegni dalle ore 11 alle ore 13.
Damiano Paoletti ne è il presidente e si è sempre adoperato per tentare di risolvere i problemi che affliggono l’area, oramai noti a tutti perché si ripropongono con costanza, periodicamente.

E vale a dire, vandalismo a danno dei giochi per bambini disabili, utilizzo della parte retrostante la sede dei camperisti come latrina, rifiuti permanenti che traboccano dai cestini ma anche sparsi per il verde.

Parco del Vallato, i cestini che sono periodicamente divelti
Parco del Vallato, i cestini che sono periodicamente divelti

Il Comitato, in qualità di persona giuridica, vuole iniziare a dialogare con l’Amministrazione comunale in maniera costruttiva e finalmente risolutiva.

Silvia Gregori, consigliere comunale della Lega Nord Jesi, eletta tra i consiglieri del comitato, ci tiene comunque a precisare come «il fatto stesso che i cittadini sentano il bisogno di costituire un comitato per difendersi è segno tangibile che questa amministrazione Bacci, in quasi 6 anni, sulla sicurezza non è stata capace di fare nulla.  Solo promesse senza passare al concreto, cosa che ha poi spinto gli stessi cittadini a tutelarsi da soli, impegnando a proprie spese gli istituti di vigilanza privata per la sorveglianza del proprio condominio. In questa zona di Jesi la situazione, per i residenti, è diventata insostenibile».

Il parco del Vallato con la sede dei camperisti, zona molto frequentata la mattina in orario scolastico
Il parco del Vallato con la sede dei camperisti, zona molto frequentata la mattina in orario scolastico
Da 12 anni – si fa rilevare dal Comitato, a esempio – i residenti di via del Molino sono costretti a vivere con alcuni degli avventori della vicina discoteca, avventori che una volta usciti si trascinano sino alle prime ore del mattino con schiamazzi, danni alle auto in sosta. E non solo, ma come spesso segnalato, anche nella vicina via XX Settembre si registrano violazioni di domicilio con intrusioni in ballatoi chiusi a chiave e in terrazzi al primo piano, dove rimangono sempre tracce di sporiciza e rifiuti. E queste persone sono le stesse che poi decidono di continuare la “festa” al Parco del Vallato.

Fari puntati anche sull’impianto di risalita di via Zannoni, la cosiddetta “Caffettiera“, che interessa e serve entrambe le zone.

La zona dell’impianto di risalita
Le segnalazioni, soprattutto dalle donne, riguardano molestie verbali e pedinamenti da parte di stranieri che nei pressi sono soliti stazionare.