Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Jesi, una piazza multimediale per accogliere i visitatori

Nel progetto di spostamento della fontana dei Leoni, legato al lascito testamentario Morosetti, l'amministrazione ha previsto un investimento per dispositivi tecnologici da mettere a disposizione dei turisti

Piazza Federico II a Jesi

JESI – Piazza Federico II. Si giocherà tutta qui l’intricata “partita” del lascito testamentario di Cassio Morosetti. Se lo spostamento della fontana dei Leoni andasse a buon fine, dovrà essere riqualificata l’area, senza più alcun punto di riferimento al suo centro. E sarà la tecnologia, nelle intenzioni dell’amministrazione, a svolgere tale ruolo.

In occasione dell’ultimo consiglio comunale, l’amministrazione ha previsto 40 mila euro per introdurre multimedialità in piazza Federico II. «Questa piazza – spiega l’assessore ai lavori pubblici, Roberto Renzi – sarà destinata ad attività culturali e diventerà il polo attrattivo del centro storico. Pensiamo che la tecnologia possa fornirci validi strumenti per valorizzarla ulteriormente, consentendo ai visitatori di scoprirne la storia e di conoscere nel dettaglio i palazzi che la custodiscono, dal teatro Moriconi al Museo Diocesano, fino al Museo Stupor Mundi».

Nelle intenzioni della giunta, piazza del Duomo diventerà il punto di riferimento per iniziative culturali e concerti, potendo contare – senza più la fontana – su spazi ampi senza “impedimenti” architettonici. Scacchiere, bestiari medievali e giochi virtuali. Ma pure il suggerimento di un ulteriore monumento da dedicare allo Stupor Mundi. Sono sono alcune delle idee per il futuro di questo salotto urbano. Non si escludono, pertanto, dispositivi per navigare sul web.

Per quanto riguarda le pavimentazioni, piazza della Repubblica verrà riqualificata con la stessa pietra utilizzata per piazza Pergolesi e per il corso Matteotti, ma potrà contare su un nuovo arredo urbano e su una illuminazione differente, studiata per valorizzare anche la fontana.