Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Jesi, Pd all’attacco: «Semafori rotti e rotatorie bocciate»

Dopo aver chiesto senza fortuna di rinunciare ai lavori nella ex sede del tribunale per destinare le risorse alla realizzazione di una rotonda all'incrocio fra viale del Lavoro e via San Giuseppe, Andrea Binci del Pd va giù duro contro l'amministrazione

Chiesa San Giuseppe
La chiesa di San Giuseppe

JESI – Una nuova rotatoria al posto del consolidamento del tetto e dell’impianto antincendio di palazzo Carotti. Questo aveva chiesto Andrea Binci del Pd, formalizzando in sede di bilancio di previsione un emendamento per chiedere di destinare i 500 mila euro stanziati per i lavori nella ex sede del tribunale alla realizzazione di una rotonda all’incrocio fra via San Giuseppe e viale del Lavoro (400 mila euro) e di altre manutenzioni stradali. Ma l’amministrazione ha respinto la sua proposta.

Il malfunzionamento dei semafori in città fa quindi riesplodere la protesta. «In sede di bilancio – ricorda Binci – abbiamo chiesto di intervenire su questo incrocio tra via San Giuseppe e viale del Lavoro con una rotatoria, importo questo che era stato depennato dal piano delle opere pubbliche precedente. Lo abbiamo fatto a scapito di un altro intervento, ma la sicurezza stradale viene prima di tutto». Secondo l’esponente democrat, «nel breve periodo è necessario intervenire subito controllando i semafori presenti in città per prevenire situazioni di pericolo, visto che una segnaletica posticcia con cartelli è del tutto insufficiente. Nel lungo periodo occorrerà sostituire ove possibile gli impianti semaforici con delle rotatorie che fluidificherebbero meglio il traffico cittadino».

A tale proposito, il consigliere comunale di opposizione ha presentato un’interpellanza da discutere in aula consiliare. «Quali sono le motivazioni del collasso della rete dei semafori cittadini, e come l’Amministrazione Comunale intende intervenire nel breve e nel lungo periodo su tale argomento?», è la domanda che pone alla giunta Bacci.

È lui stesso a fare il punto. «Da diverso tempo – segnala – la rete dei semafori cittadini evidenza gravi malfunzionamenti nei diversi incroci. Qualche mese fa, per lungo tempo, non ha funzionato il semaforo all’incrocio tra via Jugoslavia, via San Francesco e via Paladini, causando diversi incidenti stradali anche gravi. Saltata inoltre la sincronizzazione dell’impianto semaforico nel trafficato incrocio tra via San Giuseppe e viale del Lavoro, creando non poche difficoltà nell’attraversamento da parte degli automobilisti, e tale situazione si è aggravata con lo schianto avvenuto tra un auto ed motociclo qualche giorno fa, sulle cui cause occorrerà approfondire. Recentemente non funziona per l’ennesima volta l’impianto semaforico tra Via Gramsci e Viale Verdi, in passato teatro anche questo di numerosi incidenti. Infine, il semaforo all’incrocio tra Via Marche e Viale del Lavoro funziona soltanto a metà, in quanto le lampade della parte alta del semaforo non sono state rimpiazzate».