Aumento parcheggi a pagamento, la Lega contro il sindaco

Il coordinamento cittadino del partito di Matteo Salvini contesta l'ipotesi di incremento degli spazi blu di sosta a Jesi, considerandolo «un provvedimento per fare cassa»

Il coordinamento della Lega a Jesi

JESI – «L’aumento dei parcheggi a pagamento è un provvedimento per fare cassa». La Lega, non più rappresentata in consiglio comunale, prende posizione in merito alla decisione dell’amministrazione di incrementare gli spazi blu di sosta in città. Ieri il dibattito è approdato in aula consiliare e l’assessore all’ambiente, Cinzia Napolitano ha ribadito che non è volontà del Comune quella di vessare i cittadini (leggi l’articolo).

«Concordiamo in toto con le critiche mosse a sindaco e giunta circa la volontà di fare cassa mettendo a pagamento i parcheggi del viale della Vittoria, alle Conce, alla stazione ferroviaria e al Mercantini – tuona la Lega -. Ci chiediamo se chi ha avuto questa brillante idea (forse l’assessore alla mobilità?) abbia scientemente valutato tutti gli effetti disastrosi che tale scelta comporta. Uno su tutti la maggiore difficoltà di accesso al centro storico con conseguente penalizzazione per il commercio, settore già in grave sofferenza».

I leghisti si soffermano anche sull’entità della tariffa oraria di 1,20 euro. «In altre realtà provinciali il costo è esattamente la metà – sostiene il partito salviniano -. Ancora una volta l’amministrazione Comunale e il sindaco si distinguono per il mancato ascolto delle esigenze cittadine».