Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Jesi, nuovi parcheggi a pagamento al termine dei lavori di Corso Matteotti

Il sindaco Massimo Bacci, in occasione di un incontro con progettisti e commercianti, ha lasciato intendere che il piano della sosta non sarà avviato fino a quando le ruspe saranno in azione

JESI – I nuovi parcheggi a pagamento lungo viale della Vittoria e alle Conce non entreranno in funzione durante l’esecuzione del cantiere di Corso Matteotti. Slitta pertanto al 2021 il piano della sosta, considerando che i lavori fra piazza della Repubblica e via Mura Occidentali richiederanno almeno 14 mesi.

Si procederà per porzioni, avviando parallelamente mini-cantieri in due parti distinte che procederanno in direzioni diverse. Non ci sarà l’arredo urbano e l’illuminazione verrà solo predisposta.

«Intendiamo mantenere gli impegni presi in sede di campagna elettorale, quando abbiamo indicato la volontà di riqualificare la parte storica della città – spiega il sindaco Massimo Bacci -. Siamo a buon punto. Quello del Corso è ovviamente un intervento che ci preoccupa. Le criticità possibili, come abbiamo visto di recente con piazza Colocci e piazza Pergolesi, non sempre sono facilmente superabili. Mi auguro che quanto programmato corrisponda a ciò che avverrà. A prescindere dalle scelte che il consiglio comunale farà sui parcheggi, serviranno tempi lunghi che non credo interferiranno con il cantiere di Corso Matteotti. Chiaramente, se ciò dovesse accadere, siamo ben consapevoli che non sarà un problema far slittare il nuovo piano della sosta».

Ridurre i tempi ed evitare, per quanto possibile, i disagi. Sono le priorità riguardanti il consistente intervento da 3,6 milioni di euro, di cui 2,6 milioni a carico del Comune, finanziato tramite un mutuo, e un milione di spettanza a Viva Servizi per il rifacimento delle condutture idriche e fognarie sottostanti. Oltre al Corso saranno sistemate anche alcune traverse laterali, dove resterà comunque l’attuale selciato. Sarà interamente rimessa a nuovo via Grizio (la stradina accanto a Bardi che arriva a Via Mura Occidentali tramite il porticciolo), sistemata via Angeloni (quella che conduce alla Fondazione Colocci) e oggetto di intervento le altre vie minori che necessitano di manutenzione straordinaria. L’amministrazione conta di non trovare “sorprese” nel sottosuolo. Si partirà proprio da piazza Pergolesi per riqualificare 450 metri lineari complessivi. «Siamo aperti a suggerimenti e proposte per evitare problematiche in corso d’opera», assicura l’assessore ai lavori pubblici, Roberto Renzi.

Commercianti e associazioni di categoria, pur apprezzando il restyling, temono le tempistiche, in un periodo non certo felice per il settore. Accolgono con piacere, pertanto, l’apertura di un tavolo permanente con Comune, progettisti e ditta esecutrice.