Palio di San Floriano, “Il giuramento di Trasmondo” porta alle origini e Jesi entra in festa

Giovedì 9 maggio alle 21.15 al teatro Il Piccolo di San Giuseppe lo spettacolo ideato da Marco Torcoletti sulla cerimonia del 1194 considerata dagli storici l'atto di nascita del Comune federiciano. Da domani 3 maggio via alle iniziative della 24esima edizione moderna

Una immagine del Palio di San Floriano

JESI – «Anno del Signore 1194. Il 4 maggio si tenne la cerimonia che diede inizio al Palio di San Floriano». Ed ecco che, considerato dagli storici l’atto di nascita del Comune di Jesi, “Il giuramento di Trasmondo – Alle origini del Palio di San Floriano” sarà oggetto di una rappresentazione scenica al teatro Il Piccolo di San Giuseppe giovedì 9 maggio prossimo alle 21.15, nell’ambito degli eventi in programma per le 24esima edizione del Palio moderno, al via da domani 3 maggio con i primi appuntamenti.

Lo spettacolo “Il giuramento di Trasmondo” è stato ideato da Marco Torcoletti e rientra nell’ambito della rassegna, curata dal Club Autori Jesini, “Pagine al Piccolo”, in collaborazione con l’Ente Palio di San Floriano, che lo ha incluso nel cartellone 2019 della manifestazione. L’evento sarà presentato dalla giornalista Agnese Testadiferro e vedrà la partecipazione dei figuranti dell’Ente Palio, che rievocheranno la cerimonia scandita, nei suoi momenti salienti, dalla proiezione del social-documentario Res Publica, girato in Jesi e dedicato alle origini storiche del Comune di Jesi. Un’occasione per calarsi nel passato, alla scoperta delle origini, spesso poco conosciute, della comunità jesina.

Da domani 3 maggio intanto al via il fine settimana de “Aspettando il Palio”. Una tre giorni all’insegna della tradizione della “Festa delle Campanelle” legata alla leggendaria corsa fino a Jesi che vide San Floriano avere la meglio sul diavolo. Si aprono, alle 9 alla Biblioteca Planettiana e alla Galleria di Palazzo dei Convegni alle 17, le mostre rispettivamente sulla cartografia antica e su “I Teatri della Vallesina”. Alla Taverna San Floriano di via San Marino cena a tema con a seguire al Torrione di Mezzogiorno il concerto dei “The Dorlomin” (anche domenica 5), mentre i locali del circuito Jentlemen’s propongono per tutto il fine settimana ambientazioni e piatti a tema, “Food Celtic Power”.

Sabato 4 corteo della campanelle da piazza Federico II a San Nicolò alle 17, la “Scampanada de San Fiorà”. Alla chiesa di San Nicolò spazio alle pigotte medievali dell’Unicef e alla premiazione dei ragazzi della scuola Lorenzini da parte del Lions Club (17,30; 18), alle 21,30 a piazza delle Monachette il concerto rock celtico degli “Oloferne”. Sabato 4 e domenica 5 al Pergolesi (alle 17 e alle 18,30) “Chi è di scena: Storie e Segreti del Teatro Pergolesi”, tour guidato.

Domenica 5 a San Nicolò il concorso di pittura “Giù pe’ Sant’Anna” dalle 9,30 alle 13. Dalle 17 al Museo Diocesano lo stand delle campanelle di San Floriano (anche il 12 maggio), alle 18,30 alla sala didattica del Museo Federico II la contesa fra quartieri all’insegna della improvvisazione teatrale.