Jesi-Fabriano

Jesi, torna la Notte Azzurra e lancia “Zonderwater”, il corto sulla storia di Ezio Triccoli

Appuntamento sabato 10 settembre ai giardini, Viale Cavallotti, nel tratto fra via Montecarotto e via Grecia, sarà chiuso dalle 10 della mattina. Ecco programma e protagonisti

Notte Azzurra a Jesi, la presentazione dell'iniziativa

JESI – Sessantacinque fra società e associazioni sportive ad oggi aderenti. Una nuova sede rispetto alla tradizionale, col trasferimento ai giardini pubblici che comporterà la chiusura al traffico di Viale Cavallotti, nel tratto fra via Montecarotto e via Grecia, all’altezza del Carotti, dalle 10 della mattina fino a fine manifestazione. E in serata alle 21, sullo schermo che sarà allestito sul lato stadio dei giardini, la prima proiezione assoluta di “Zonderwater”, il cortometraggio realizzato sulla storia del fondatore del Club Scherma Jesi, Ezio Triccoli, dal regista jesino Jonathan Soverchia. È il menù della Notte Azzurra dello sport a Jesi, evento pronto a tornare, sabato prossimo 10 settembre, dopo due anni di assenza causati dalla pandemia.

«Iniziativa che, pur nei tempi stretti per metterla in piedi dovuti alle elezioni, abbiamo voluto mantenere dandole continuità – dice il nuovo assessore allo sport Samuele Animali – alla luce del suo successo e del suo gradimento da parte dei cittadini. La novità è l’averla portata fuori dal centro: per motivi di sicurezza e data la nuova pavimentazione di Corso Matteotti da preservare e anche in un’ottica che vuole portare eventi e appuntamenti che fuori dalla spina classica di Corso, via Pergolesi e delle piazze del centro. Resta in ogni caso lo spirito dell’appuntamento». Ovvero una Notte, anche se in realtà si inizia dal pomeriggio, in cui le realtà sportive aderenti si pongono in vetrina, si presentano alla città e, in buona parte, consentono a giovani e giovanissimi di provare le discipline proposte.

La locandina dell’evento

La scaletta prevede appunto la chiusura di viale Cavallotti dal mattino per consentire l’allestimento di stand e campi gioco. Nel pomeriggio via dalle 16 alla festa, da un’ora dopo si “accenderà” anche il palco dove i presentatori, Giancarlo Esposto e Cristina Carnevali, faranno alternare momenti di animazione e musica, esibizioni di scuole danza, presentazioni di diverse realtà sportive jesine – calcio, basket, rugby, volley e non solo – al via dei rispettivi campionati, premiazioni di campioni e campionesse del territorio che hanno primeggiato in campo nazionale e internazionale. «Uno spazio che daremo, piuttosto che ai grandi e consueti big – dice Esposto – anche e soprattutto a chi ha ottenuto risultati importanti in specialità meno conosciute e meno in vetrina. Con attenzione particolare al mondo dello sport praticato dalle persone con disabilità».

Ad anticipare l’iniziativa ci saranno anche, in collaborazione congiunta, Jesi Clean, rappresentata in conferenza stampa dalla nuova presidente Gaia Barbarella, e Cooss Marche, presente Filippo Santi: prima del via alla festa promuoveranno, nel segno della promozione e della sensibilizzazione, uno speciale evento di “pulizia” dei giardini pubblici che poi si sposterà fino agli impianti sportivi del Liceo Scientifico.

Con la proiezione serale si presenterà al pubblico “Zonderwater”, opera che racconta la straordinaria vicenda umana di Ezio Triccoli. «Storia di per sé – dice il regista Soverchia – già da cinema e che da anni, e da appassionato di scherma, mi affascina. Ezio Triccoli, quasi 30enne, mai aveva avuto esperienza di scherma, prima di incontrarla da prigioniero di guerra nel campo appunto di Zonderwater e vederne nascere in lui la passione. Il cortometraggio ne tratta la vicenda in maniera molto simbolica, con l’idea se possibile in futuro di trarne un lungometraggio. Ha scritto il film Anna Concetta Consarino, io ne sono il co-produttore insieme a Subwaylab (presente Alessandro Tarabelli, nda). Gli attori sono Giacomo Bottoni e Luigi Moretti che impersonano a diverse età Triccoli, Valentina Bonafoni che è la madre, Andrea Chimenti che è il colonnello Prisloo, comandante del campo di prigionia. Il progetto, partito due anni fa, è stato finanziato da Marche Film Commission, Comune di Jesi e da una iniziativa di crowdfunding».

Ricorda l’assessore Animali: «Giusto dire che il sostegno al progetto Zonderwater è opera del precedente assessorato. Giusto che sia nella cornice della Notte Azzurra che si presenta per la prima volta un’opera dedicata ad un personaggio tanto importante per la storia della nostra città. Lo stesso vorremmo fare in futuro per altre figure che grande peso hanno avuto per Jesi, al di là delle consuete Federico II o Pergolesi».

Costo dell’evento Notte Azzurra, che vede la collaborazione logistica di Pro Loco, 8mila e 400 euro. «In particolare- dice Animali- per l’illuminazione necessaria nella sede dei giardini di viale Cavallotti, dopo il rifacimento della vecchia».

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

Ti potrebbero interessare