Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Jesi Natale, Sandro Paradisi: «Non ci dividiamo su questi temi»

L'imprenditore jesino chiede di abbassare i toni della polemica sugli eventi organizzati per le festività. «Conta la qualità, non la quantità. Né le polemiche sterili», afferma

L'imprenditore Sandro Paradisi

JESI – Jesi Natale, Sandro Paradisi invita ad abbassare i toni. Non è passato inosservato l’attacco sferrato da Tania Luminari, presidente di Confcommercio, nei confronti dell’assessore alla cultura Luca Butini, reo – a suo dire – di pretendere dagli esercenti un sostegno economico alle iniziative per le festività. Dichiarazioni al vetriolo che arrivano poco dopo le critiche dell’opposizione, relative sia alla «carenza di eventi» (Pd), che alla «mancanza di programmazione» (Jesi in Comune). A lanciare la provocazione, invece, l’imprenditore Andrea Pieralisi: «Bene i risparmi sulle iniziative natalizie, ora ci attendiamo in regalo un abbassamento della tassazione locale».

Leggi tutti gli articoli

«Credo che le considerazioni del vicesindaco Butini siano condivisibili – è il parere di Sandro Paradisi, a capo della Paradisi srl -. Ritengo doveroso risparmiare risorse e ben venga, riprendendo la provocazione dell’amico Andrea (Pieralisi ndr.), una riduzione della tassazione locale. Ho seguito questo dibattito e devo dire che concordo anche con Samuele Animali quando dice che bisogna puntare sulla qualità degli eventi, più che sulla quantità. Insomma, non dividiamoci su questi argomenti. Ecco perché mi è sembrata un po’ stonata la presa di posizione della Confcommercio, che immagino sia favorevole a un eventuale abbassamento di tasse. Il confronto, a mio parere, è sempre la soluzione per risolvere le problematiche e crescere come comunità. Lasciamo perdere, dunque, le polemiche sterili».

Il cartellone di Jesi Natale è visualizzabile a questo link.