Lo “Stupor Mundi” compie un anno

Il Museo multimediale di Federico II di Jesi, inaugurato lo scorso 1° luglio, spegne la sua prima candelina. 18 mila visitatori e 4 mila studenti lo hanno già visitato

JESI – Primo anniversario del Museo Federico II Stupor Mundi di Jesi. La struttura multimediale di piazza Federico II traccia un bilancio dei dodici mesi di attività dal giorno di apertura.  Inaugurato il 1 luglio 2017, ed ubicato appunto nella piazza ove lo “Stupor mundi” nacque nel 1194, la struttura ha superato di gran lunga i dati preventivati per gli accessi, raggiungendo i 18 mila visitatori. Nel solo mese di agosto 2017 il museo ha registrato più di 3 mila presenze. Da settembre, dopo il picco estivo, le entrate si sono regolarizzate, assestandosi sulla media di 1.500 visitatori mensili. E per San Settimio arriverà anche la statua. Si approfitterà infatti dell’estate per spostare il monumento dedicato all’imperatore nell’atrio di palazzo Ghislieri.

Molto interesse ha suscitato anche la proposta didattica elaborata dallo “Stupor Mundi”: molte scuole hanno inserito nel loro piano di studi la visita al museo Federico II, che è andato ad arricchire il piano di studi delle scuole e a valorizzare la conoscenza del nostro territorio grazie a un approccio diretto degli studenti. I ragazzi hanno accolto la novità del museo con grande favore, catturati dalla multimedialità che ha consentito loro di apprendere le informazioni in maniera nuova e proficua. Gli studenti in visita al museo Federico II, esclusi accompagnatori e insegnanti, in questo primo anno di apertura, hanno raggiunto quota 4 mila.

E non sono mancati durante questo periodo diversi eventi, che hanno permesso al pubblico di rivivere il periodo storico dell’Imperatore, coinvolgendoli in prima persona e facendoli cimentare in varie e diverse arti, e spaziando da approfondimenti sulla musica, scrittura e anche falconeria.

William Graziosi
William Graziosi

«Un bilancio assolutamente positivo ed incoraggiante se consideriamo che il museo è ubicato fuori dalle rotte più facili del turismo in una piccola seppur bellissima ed importante città – commenta il segretario generale della Fondazione Federico II Stupor Mundi, William Graziosi -. Evidente che il tema Federico II appassiona molti e molto e che vale la pena puntare sui nostri grandi personaggi storici Federico II, Lotto, Pergolesi e Spontini per far diventare Jesi, oltre la nostra famosa capacità manifatturiera, una città del Turismo e della Cultura. Un sincero  ringraziamento va sicuramente al mecenate Gennaro Pieralisi che ha fatto un dono da grande città a Jesi».

Per festeggiare il primo anniversario del museo, il 1 luglio 2018, dalle 9:30 alle 13:30 e nel pomeriggio dalle 16:00 alle 20:00, verranno esposti i disegni e i lavori fatti dai bambini della scuola dell’infanzia “Negromanti” di Jesi, e verrà dedicato uno sconto speciale sul biglietto d’ingresso a tutti i cittadini di Jesi (ingresso 4€ presentando la carta d’identità con domicilio/residenza a Jesi).