Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Jesi – Mayenne, si rinnova il gemellaggio. L’arte contemporanea viaggia fra Italia e Francia

Le due città hanno costruito un percorso culturale da avviare nel mese di giugno che coinvolgerà artisti locali e strutture museali

Il castello di Mayenne (foto da Wikipedia)

JESI – Venti anni di gemellaggio fra Jesi e Mayenne. L’amicizia Italia-Francia si rinnova grazie ad arte e cultura. Il gruppo di lavoro italo-francese ha infatti elaborato una proposta progettuale che prevede l’organizzazione di una mostra itinerante che si sposterà fra i due Comuni, con opere realizzate da artisti italo-francesi appositamente per l’iniziativa.

«Attraverso alcune ricerche, sopralluoghi e scambi di idee tra i referenti del progetto, questi temi che ritroviamo nelle collezioni dei musei, nei percorsi urbani, nella storia industriale e nei paesaggi collinari delle due città, permetteranno di lavorare su una proposta artistica basata sulla nozione di paesaggio culturale. Queste tematiche si rivelano pertanto un mezzo per creare dei percorsi basati sui punti di forza del patrimonio comune di Jesi e Mayenne. Non saranno quindi le collezioni museali a viaggiare tra i due paesi ma le opere di arte contemporanea frutto dell’ingegno di artisti locali che affronteranno queste tematiche in occasione delle esposizioni nelle due città. L’esposizione permetterà quindi non solo un rafforzamento del legame che unisce Jesi e Mayenne ma anche la possibilità di promuovere turisticamente le rispettive strutture culturali e i due Comuni».

L’evento si svolgerà da giugno a novembre 2022 a Mayenne e da novembre 2022 a marzo 2023 a Jesi. Il costo complessivo è stimato in 15 mila euro. A causa della pandemia, le annuali giornate dei gemellaggi sono state sospese, così come tutte le attività solitamente proposte dalle Amministrazioni di Jesi, Mayenne e Waiblingen, oltre che dal mondo dell’associazionismo. Nel corso del 2020 e 2021, il personale dell’Ufficio Musei Cultura e Turismo ha comunque dato seguito all’incontro avvenuto a Mayenne con i responsabili delle rispettive strutture culturali, promuovendo delle riunioni in videoconferenza in cui sono state elaborate delle proposte progettuali, da realizzare nel corso dell’anno 2022, in occasione del ventennale del gemellaggio tra le due città.

Parte 1: spazi urbani

Un fotografo italiano lavorerà a Mayenne e viceversa. Attraverso i loro occhi sarà restituita una visione personale delle due città, con un allestimento in spazi all’aperto per raggiungere un vasto numero di fruitori. Non sarà quindi una mera presentazione di Jesi e Mayenne quanto piuttosto uno sguardo artistico sul patrimonio storico, architettonico e naturalistico.

Parte 2: Sala del Musée du Château di Mayenne e sale espositive dei Musei Civici di Jesi

L’obiettivo di questa sezione è mettere in evidenza i temi comuni ai due territori di Mayenne e Jesi, attraverso il lavoro di artisti la cui estetica plastica si baserà su elementi forti e riconoscibili dei paesaggi culturali che caratterizzano entrambi i territori.

Parte 3: Le nostre collezioni

Le collezioni del Musée du Château di Mayenne e dei Musei Civici hanno dei temi in comune: il tema del gioco, i ritratti, i volti e i materiali. Alcuni artisti possono trarne ispirazione per reinterpretare e unire le collezioni delle due città.

FUORI EXPO

Orfeo Tamburi (Jesi 1910 -Parigi 1994)

Pittore di Jesi, la sua carriera si è sviluppata tra l’Italia e la Francia. Una sintesi dell’amicizia tra i due paesi e le due culture. Noto come pittore, è anche attore in una grande produzione francoitaliana: “I sette peccati capitali”. Una magnifica coincidenza pittorica e cinematografica attorno alla quale sarà ideato un apposito evento.