Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Jesi, le erbacce delle mura rimosse…con il fuoco

L'amministrazione comunale acquista un macchinario per il termodiserbo, che dopo la messa al bando del glifosato, «si è dimostrato il metodo più pulito, veloce e innocuo per eliminare la vegetazione infestante»

La cinta muraria di via Sauro

JESI – Niente più prodotti tossici per rimuovere le erbacce infestanti dalla cinta muraria. L’amministrazione corre ai ripari e investe circa 1.700 euro per acquistare un macchinario per il termodiserbo.

«Dopo la messa al bando del glyphosate quale prodotto per il diserbo delle pertinenze stradali – spiegano i tecnici del Comune -, risulta molto difficile e dispendioso, dal punto di vista del tempo da impiegare, mantenere pulite strade e marciapiedi cittadini. Dopo averlo sperimentato durante una dimostrazione è stato scoperto che il metodo più pulito, veloce e innocuo per eliminare le erbe infestanti è il termodiserbo che consiste nella soppressione delle erbe attraverso il fuoco».

Il diserbo delle mura storiche è sempre stato terreno di scontro in città. In passato, con le amministrazioni precedenti, è stato usato il glifosato, poi messo al bando perché potenzialmente tossico. Così si è proceduto alla rimozione delle erbacce a mano, ma l’operazione è decisamente complessa e onerosa. Ora si sperimenta questo nuovo macchinario. Fosse la volta buona..