Jesi, il Comune cerca tre addetti ai musei

Fra qualche giorno verrà ufficialmente pubblicato il concorso per l'individuazione di tre figure professionali da assegnare al servizio cultura e turismo. Ecco i requisiti richiesti

Esterno biglietteria pinacoteca Jesi
L'atrio di Palazzo Pianetti

JESI – Tre posti di lavoro in Comune. L’amministrazione cerca addetti ai musei da assegnare al settore cultura e turismo. A giorni sarà pubblicato il bando. I vincitori saranno assunti con profilo professionale di “Istruttore Area Culturale”, categoria C, con rapporto di lavoro part-time: un’unità a 24 ore settimanali, e le altre due a 18 ore settimanali.

L’avviso di mobilità dall’esterno, vale a dire la possibilità per i dipendenti pubblici di altri enti di entrare in servizio a Jesi (per tali posti), si è chiuso negativamente, non essendo arrivate istanze di partecipazione. Così si procederà al bando di concorso aperto a tutti.

Relativamente ai requisiti, viene richiesto il diploma di scuola superiore e la conoscenza approfondita di almeno due lingue straniere.

Le principali attività richieste per i posti in questione sono:
– Supportare il Responsabile dell’Ufficio nell’attuazione degli obiettivi e delle attività rispetto alla pianificazione prevista;
– Istruire, predisporre e redigere atti e documenti su indicazioni del Responsabile dell’Ufficio riferiti all’attività amministrativa dell’ente;
– Supportare il Responsabile dell’Ufficio Musei Cultura Turismo nelle attività di cura, gestionee valorizzazione dei Musei Civici e dell’Ufficio Turismo – IAT (Informazione e Accoglienza Turistica);
– Svolgere attività di accoglienza e informazione al pubblico anche in lingua straniera all’interno dei Musei Civici e dell’Ufficio Turismo-IAT;

Tutte le domande trasmesse con la procedura informatica saranno preliminarmente esaminate dal Servizio Gestione Risorse Umane e Organizzazione ai fini dell’accertamento dei requisiti di ammissibilità. L’elenco dei candidati non ammessi al concorso verrà pubblicato sul sito istituzionale, almeno 5 giorni prima della data fissata per la prima prova. La procedura automatizzata di presentazione della domanda rimarrà utilizzabile per almeno 30 giorni consecutivi, successivamente alla data di pubblicazione del bando sulla Gazzetta Ufficiale.