Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Jesi, ci sono le palestre Carbonari e di via Asiago da rimettere a posto

Affidate le progettazioni che mettono assieme manutenzione straordinaria, riqualificazione energetica e sicurezza antincendio fra i due impianti dei quartieri via Roma e San Giuseppe

Jesi, la palestra Carbonari

JESI – Perdono pezzi le palestre di periferia a servizio di scuole e sport di base. E allora, in assenza da tempo di interventi, si cercano di accorciare i tempi: da un lato per i lavori, dall’altro per mettersi in condizione di ricercare i fondi necessari. Al centro dell’attenzione in particolare la palestra di via Asiago, fra il campo sportivo Mosconi e la primaria Martiri della Libertà (altro cantiere in sospeso) nel quartiere di via Roma, e la palestra Carbonari nel cuore di San Giuseppe, fra la primaria Garibaldi e la torre Erap in costruzione.

Jesi, la palestra di via Asiago

«Il Comune di Jesi – spiegano gli uffici- ha intenzione di procedere ad opere di manutenzione straordinaria con la finalità di riqualificazione energetica della palestra di via Asiago i cui lavori, nei limiti del possibile, intende appaltare entro ottobre e pertanto è necessario predisporre la documentazione tecnica relativa al progetto definitivo/esecutivo ai fini dell’esecuzione». Affidato all’esterno l’incarico di progettare il miglioramento energetico dell’impianto.

Jesi, la palestra Carbonari

Si va invece a caccia di fondi per la Carbonari. «Il Comune ha intenzione di partecipare al Bando 2020 di “Sport e Periferie” che prevede finanziamenti per la realizzazione e rigenerazione di impianti sportivi con l’obiettivo di rimuovere gli squilibri economici e sociali esistenti. Per la palestra Carbonari era stato già implementato un progetto di riqualificazione proposto a un precedente bando ma non è risultato fra i progetti finanziati»

Si prende atto che «nel corso del tempo le esigenze di riqualificazione si sono fatte più importanti». Queste includono impiantistica e involucro edilizio, interessato per la parte energetica e di ripristino del calcestruzzo, oltre alla sicurezza antincendio. C’è dunque da integrare il vecchio progetto con interventi di riqualificazione energetica del complesso edificio-impianti oltre che con interventi di ripristino edilizio e di messa a norma in materia di antincendio.

Affidato anche qui l’incarico di «predisporre il progetto definitivo/esecutivo dell’intervento di riqualificazione della Palestra Carbonari, integrando il progetto definitivo già disponibile con le proposte di riqualificazione energetica nonché con quanto previsto ai fini della sicurezza antincendio in considerazione delle attività di rilievo e valutazione già espletate che consentono di ottimizzare sia sulle tempistiche di esecuzione che sui costi».