Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Jesi, fontana dei Leoni: ecco le linee guida per le due “nuove” piazze

Niente più abbassamento della pavimentazione di fronte al teatro Pergolesi. Solo opere accessorie, e multimedialità, in prossimità del Duomo

I lavori in piazza della Repubblica

JESI – Spostamento fontana dei Leoni, passi avanti nella progettazione delle due “nuove” piazze. La vera novità è che il progetto vincitore del concorso di idee del 2006, elaborato dallo studio Sardellini-Marasca (quello di Corso Matteotti ndr.), non potrà più essere utilizzato a causa della traslazione del monumento di fronte al teatro Pergolesi, come da volontà testamentarie di Cassio Morosetti.

Un piano che, comunque, avrebbe subito modificazioni, come disposto dalla Soprintendenza: «Per quanto concerne piazza della Repubblica al momento non sembra adeguatamente motivato l’abbassamento delle quote pavimentali. Si rimane in ogni modo disponibili a valutare un ripristino della quota originaria delle pavimentazioni, riservandosi comunque di esprimere parere in base ai risultati degli indispensabili saggi archeologici ancora da effettuare». Progetto da rifare, insomma.

L’amministrazione Bacci ha dato pertanto mandato agli uffici di procedere «all’avvio prioritario della progettazione dell’intervento di ripristino di Piazza Federico II con interventi accessori nell’obiettivo di avviare i relativi lavori al termine dello spostamento della Fontana dei Leoni che dovrà avvenire entro il termine previsto dal testamento del cittadino onorario Cassio Morosetti. Contestualmente, dovrà essere avviata la progettazione dell’intervento di riqualificazione di Piazza della Repubblica per poter procedere con i relativi lavori coordinando l’avvio degli stessi con i lavori di riqualificazione di Corso Matteotti, la cui ultimazione è prevista per i primi mesi del 2022».

Della questione se ne è occupato anche il consiglio comunale, sollecitato da Samuele Animali di Jesi in Comune. A rispondere è stato l’assessore Roberto Renzi: «I lavori dovranno terminare entro il 15 luglio 2021. Siamo in contatto costante con l’impresa per fronteggiare ogni difficoltà. Si sta procedendo in maniera spedita. A breve si inizierà a lavorare anche in piazza della Repubblica per predisporre il basamento della fontana. Sarà quindi rimosso il mosaico, depositato provvisoriamente negli spazi comunali, e ricollocato nel punto che indicherà il progetto definitivo della nuova piazza. La fontana sarà ricollocata nella stessa identica collocazione in cui si è trovata fino al 1949. In piazza Federico II, invece, le opere saranno accessorie e si punterà anche su dispositivi multimediali».