Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

La Fondazione Carisj premia le aziende che generano valore

Sono dodici le imprese marchigiane a cui l'ente ha assegnato il Best Value Award per la capacità di generare una congrua redditività rispetto ai capitali impiegati

Alfio Bassotti (in piedi) e Mauro Tarantino della Fondazione Carisj

JESI – Volley Lube (Mc), Transadriatico Società Cooperativa (Ap), Andrea Montelpare (Fm), Cosmetal (Mc), Rodo Firenze (Mc), Civitanavi System (Fm), Romana Costruzioni (Mc), Fratelli Guzzini (Mc), Gallery Holding (Pu), Renco (Pu), Paima (An), Lube Industries (Mc). Sono le 12 aziende, suddivise in quattro categorie in base al fatturato, che oggi hanno ricevuto il Best Value Award, riconoscimento istituito dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi per premiare le imprese che, nel biennio 2016-17, hanno creato valore, generando una redditività congrua rispetto ai capitali impiegati.

«A monte del premio – spiega Sebastiano Di Diego, ceo e founder di Network Advisory, la società di consulenza strategica che ha ideato il modello di indagine – c’è stata l’analisi del concetto di valore finanziario, cioè la capacità dell’azienda di generare una redditività congrua rispetto ai capitali impiegati, che è ciò che guardano gli investitori di capitale di rischio (private equity, ndr.) nel momento in cui investono in un’impresa: sono stati analizzati i bilanci oltre 6.700 imprese marchigiane e tra queste ben 3.557 hanno mostrato un valore positivo, poi suddivise in 4 categorie in relazione al valore del fatturato.

L’analisi mira ad isolare le aziende che crescono più velocemente in termini di crescita di valore non quelle che esprimono il maggior valore in termini assoluti. Per questa ragione si affianca a quelle molto autorevoli che vengono svolte nel nostro territorio, offrendo una diversa prospettiva di analisi: la capacità delle imprese marchigiane più sane di accelerare le proprie performances in un ristretto lasso temporale».

Nell’analisi di Network Advisory emerge che le imprese di tutte le province marchigiane hanno creato valore economico: in particolare, tra le prime 20 imprese di ogni categoria, il 30% è rappresentato dalla provincia di Ancona, particolarmente forte nella classe di valore tra 50 e 100mln; la provincia di Macerata è la seconda in ordine di presenza, con il 27,5% del totale ed ha espresso particolare forza nelle classi tra i 5 e 50 mln. di valore. Pesaro Urbino ha portato il 26% delle imprese, in questo caso trainante è la classe più grande, quella delle aziende con valore superiore ai 100 mln.; infine, la provincia di Ascoli Piceno e quella di Fermo hanno costituito rispettivamente il 9% ed il 7,5% delle prime 20 imprese per ogni classe di valore. Premiata anche la Saint Ferry di Montegranaro (Fm), azienda familiare di calzature in rappresentanza delle micro imprese.

«Siamo convinti – commenta Alfio Bassotti – che la creazione di valore dovrebbe essere il principio guida che ogni imprenditore dovrebbe utilizzare nella gestione della propria impresa. La Fondazione intende assumere sempre più un ruolo da protagonista attivo nel favorire lo sviluppo delle realtà aziendali marchigiane, diventando un polo aggregativo delle eccellenze produttive. Lanceremo una talent competition fra gli studenti universitari italiani che hanno redatto tesi di laurea sul tema della creazione di valore nelle imprese».