Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Jesi, all’ex Colocci torna l’università…degli adulti

Persa la sede storica dell’ex circoscrizione San Francesco, dove si sposterà il centro vaccinale, la Libera Università per Adulti di Jesi si trasferisce all'ex Cuppari e ex Fondazione Colocci di vicolo Angeloni

L'ex Cuppari e ex Fondazione Colocci di vicolo Angeloni

JESI – L’università torna all’ex Cuppari nei locali di vicolo Angeloni: si tratta della Luaj, Libera Università per Adulti di Jesi che, persa la sede storica dell’ex circoscrizione San Francesco-  dove si trasferirà il centro vaccinale – traslocherà appunto lì dove la Fondazione Angelo Colocci, oggi in via di scioglimento, ha per anni gestito i corsi distaccati a Jesi dell’ateneo di Macerata.

«Il Presidente della Libera Università per Adulti di Jesi, prof. Gabriele Fava – fa sapere la Luaj- comunica che lezioni e attività dell’anno accademico Luaj 2021-22 traslocheranno dai locali della II Circoscrizione di piazzale San Francesco (nuovo polo vaccinale) a quelli della ex Fondazione “Angelo Colocci” di vicolo Angeloni (già sede universitaria). Ogni lunedì e giovedì pomeriggio dalle ore 16 alle ore 18 a partire da lunedì 27 settembre il personale di segreteria sarà presente presso la galleria di Palazzo Convegni lungo Corso Matteotti per informazioni e iscrizioni. Info: luaj@libero.it».

Le due palestre Zannoni che hanno ospitato e stanno ospitando il punto vaccinale, vanno restituite (per una è già avvenuto dal 18 settembre, per l’altra accadrà il 1 ottobre) a scuole e società sportive. Di qui lo spostamento a San Francesco, con conseguente necessità di una differente sede per la Luaj. Situazione che aveva portato anche allo scontro in Consiglio fra il presidente e ex sindaco Gabriele Fava e il presidente del Consiglio comunale stesso, Daniele Massaccesi.

Il primo aveva denunciato i timori della Luaj nell’intervento per il conferimento della benemerenza civica alla memoria del professor Antonio Ramini (proposta dalla stessa Libera Università, di cui Ramini è stato per anni presidente). Il secondo lo aveva interrotto ritenendo inadeguato che se ne parlasse in quello spazio. Fava aveva parlato poi di «autoritaria censura del mio pensiero e deficit democratico». Massaccesi aveva stigmatizzato l’accaduto scusandosi con i familiari del professor Ramini e parlando di «pecca in una cerimonia che doveva essere diversa».

Era intervenuto anche un altro ex sindaco, Vittorio Massaccesi: «Per favore, non blocchiamo l’Università degli Adulti. La sede, quella sede, va salvata. Nessuno nega che la vaccinazione anti Covid sia essenziale. Prendo atto anche del fatto che la palestra va riconsegnata. Che però si pensi di venire incontro alla cultura della scuola sopprimendo o creando rilevanti difficoltà all’iniziativa culturale jesina tra le più interessanti e le più tradizionali, aperta soprattutto agli anziani, va assolutamente evitato».

Ora la soluzione ex Cuppari e ex Colocci, dove peraltro, da gennaio 2022, dovrà trasferirsi la scuola media Borsellino (ex Savoia) alle prese coi lavori di restauro della sua “casa” di Corso Matteotti. Per ora lo spostamento in via San Francesco del centro vaccinale risulta essere stato deciso per il periodo da ottobre prossimo alla fine dell’anno.