Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Jesi, “divieto di plastica” in Comune

La giunta Bacci ha approvato un atto di indirizzo per ridurre bottigliette, posate, piatti e contenitori in municipio, al fine di contrastare l'inquinamento

JESI – Via la plastica dagli uffici comunali. La giunta Bacci ha approvato un atto di indirizzo, su impulso dell’assessore all’ambiente, Cinzia Napolitano, per rendere il Municipio plastic free.

L’intenzione è di rendere le misure attuative immediatamente operative, verificando la possibilità di rinegoziazione dei contratti di servizio e fornitura in corso e attivando campagne di sensibilizzazione nei confronti dei dipendenti del Comune, delle ditte concessionarie delle sedi municipali, delle scuole e delle società controllate e partecipate, nonché nei confronti dei cittadini e degli operatori economici operanti nel territorio, compresi gli organizzatori di eventi, feste, fiere.

Scatta pertanto il divieto di alcuni prodotti in plastica monouso, quali bastoncini cotonati, posate, piatti, cannucce, agitatori per bevande, aste palloncini, contenitori per alimenti e bevande e tazze in polistirene espanso. Fra le altre misure previste, l’eliminazione delle bottigliette in plastica e bicchieri di plastica monouso durante le sedute di Consiglio e di Giunta, l’utilizzo e la vendita, diretta o per mezzo di distributori automatici delle bottiglie di acqua in plastica nelle sedi comunali, l’eliminazione degli articoli in plastica monouso e l’incremento della raccolta differenziata.

L’Ata Rifiuti – ATO2 Ancona ha infatti comunicato di voler supportare le amministrazioni nell’adesione alla campagna “Plastic Free Challenge” lanciata dal Ministero dell’Ambiente con l’obiettivo di diminuire la produzione di rifiuti derivanti dall’utilizzo dei prodotti in plastica monouso presso le sedi comunali. E ha fornito le relative linee di indirizzo recepite dall’amministrazione cittadina.