Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Jesi, si cercano ditte esterne per la gestione dei cimiteri

L'amministrazione intende affidare nuovamente l'appalto ad aziende specializzate. Già undici le manifestazioni di interesse pervenute. La gara riguarda i cimiteri di Santa Lucia, Tabano, Mazzangrugno e Santa Maria del Colle

JESI – Saranno ancora ditte esterne a occuparsi della gestione e della custodia dei cimiteri di Santa Lucia, Tabano, Mazzangrugno e Santa Maria del Colle. L’amministrazione ha avviato l’iter per esternalizzare l’appalto, da gennaio ad agosto 2021. La gara entra nel vivo.

Il valore presunto è di 212.300 euro. Undici le manifestazioni di interesse pervenute entro il 2 novembre. L’indagine di mercato è preordinata a conoscerne l’assetto, i potenziali concorrenti, gli operatori interessati, le relative caratteristiche soggettive, le soluzioni tecniche disponibili, le condizioni economiche praticate, le clausole contrattuali generalmente accettate, al fine di verificarne la rispondenza alle reali esigenze del Comune.

Le prestazioni richieste, a titolo esemplificativo ma non esaustivo, sono le seguenti:

  • Operazioni cimiteriali (tumulazioni, inumazioni, estumulazioni, esumazioni, traslazioni, risanamento tombe, riduzioni resti mortali);
  • Custodia e sorveglianza dei cimiteri realizzata attraverso il presidio del solo cimitero principale, l’apertura e chiusura del cimitero principale e dei cimiteri rurali di Mazzangrugno, Santa Maria del Colle e Tabano;
  • Pulizia di tutti i locali cimiteriali, ivi compresi gli uffici, degli spazi e delle aree cimiteriali interne ed esterne pertinenziali, del cimitero principale e dei cimiteri rurali, ivi compresa la pulizia e svuotamento di pozzetti raccoglitori e canali di gronda per acque meteoriche;
  • Raccolta e smaltimento dei rifiuti sia normali che speciali;
  • Rimozione della neve e del ghiaccio dai luoghi di transito;
  • Forniture di materiali, attrezzature per l’esecuzione dei servizi e degli interventi previsti nel capitolato;
  • Manutenzione e cura del verde nel cimitero principale e nei cimiteri rurali;
  • Ogni altra attività di polizia mortuaria prevista dalla normativa vigente e dai regolamenti comunali;
  • Interventi di manutenzione ordinaria e sostituzione corpi illuminanti dell’impianto della luce votiva;

Trattandosi di servizio pubblico essenziale, l’aggiudicatario è obbligato a garantire esecuzione al presente contratto in ogni caso, anche nelle ipotesi di sciopero del proprio personale dipendente. In tale ipotesi i servizi dovranno essere garantiti nei limiti di legge. Alla ditta aggiudicataria, fra le altre cose, è vietato svolgere qualsiasi attività di tipo commerciale nel campo delle onoranze funebri e dei servizi funebri e/o di vendita di manufatti e/o accessori cimiteriali nel territorio comunale.