Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Jesi, crescono le famiglie in difficoltà. L’Asp aumenta i fondi

L'azienda pubblica servizi alla persona ha implementato di circa 37 mila euro la dotazione finanziaria per l'esenzione dei servizi di mensa e scuolabus

Franco Pesaresi, direttore Asp 9

JESI – Sono state oltre 70 le famiglie di Jesi che hanno ottenuto l’esonero dal pagamento dei servizi di mensa e di scuolabus nello scorso anno scolastico per i propri figli. E gran parte di esse ne aveva due o più. Un numero destinato ad aumentare in maniera importante quest’anno, a seguito della pandemia che ha creato ulteriori sacche di povertà.

Partendo da queste previsioni, il consiglio di amministrazione dell’Asp Ambito 9 – a cui il Comune di Jesi ha affidato la gestione dei servizi socio assistenziali – ha deciso di implementare fino a 37 mila euro (e dunque con circa il 20% in più) la dotazione finanziaria per l’esenzione del pagamento dei servizi scolastici da parte delle famiglie che hanno un reddito Isee fino a 2.000 euro.

L’esonero verrà concesso dall’Asp Ambito 9 su presentazione di richiesta da parte dei genitori degli alunni fruitori del servizio in possesso dei requisiti richiesti tramite la modulistica presente sul sito internet dell’Azienda o del Comune di Jesi.

«Anche per questo particolare e complesso anno scolastico – ha sottolineato il presidente dell’Asp Ambito 9, Matteo Marasca – il consiglio di amministrazione, di concerto con l’Amministrazione comunale e la JesiServizi, ha voluto garantire il necessario sostegno economico alle famiglie jesine con maggiori difficoltà e proseguirà anche nei prossimi mesi con ulteriori azioni di contrasto al disagio».