Jesi, Corso Matteotti: iniziata la ripulitura dalla neve per lo “Sbaracco” di domani

In azione mezzi meccanici per consentire di sistemare domani, 3 marzo, i tradizionali banchetti davanti ai negozi dei commercianti del centro che aderiscono alla sesta edizione dell'iniziativa: acquisti da grandi occasioni

Corso Matteotti ripulito dalla neve
Corso Matteotti, mezzi meccanici al lavoro per eliminare gli ultimi cumuli di neve

JESI – In vista di “Sbaracco” in programma domani 3 marzo, a partire dalle ore 10 con orario continuato sino alle 20, grandi pulizie con mezzi meccanici – anche sotto la pioggia – nel pomeriggio di oggi lungo Corso Matteotti, dove i commercianti dell’associazione Jesi Centro esporranno, come ormai da tradizione, la loro merce.

Sgombero neve Corso Matteotti
Neve che è stata riposta in un cassone della Jesi Servizi

Occorreva, infatti, ripulire dai residui cumuli di neve e rimettere a lucido i marciapiedi dove si svolgerà la sesta edizione dell’evento con i banchetti – ormai simbolo della mostra mercato – che ospiteranno la merce in vendita davanti ai negozi aderenti. Una ventina, quest’anno, che saranno installati domattina.

gombero neve Corso Matteotti
Lavori iniziati nel primo pomeriggio e andati avanti anche sotto la pioggia

Sperando che il tempo tenga, è un’opportunità per gli acquisti d’occasione in una passeggiatashopping che andrà dall’altezza della scuola musicale “Pergolesi” sino a Piazza della Repubblica. Una coda importante, con sconti robusti, visto che i saldi sono terminati il primo marzo.

Corso Matteotti
Corso Matteotti ripulito

“Sbaracco” avrebbe dovuto svolgersi l’ultima domenica di febbraio, il 25 – nella sua edizione invernale perché c’è anche quella estiva, a fine agosto – ma l’arrivo di Burian con la sua neve, aveva consigliato il rinvio proprio a domani (anche se, in realtà, si sarebbe dovuto tenere domenica 4. Ma ci sono le elezioni…).

Gianna e Patrizia della boutique NoiDue
Gianna e Patrizia della boutique NoiDue

«Noi abbiamo sempre partecipato – dicono Gianna e Patrizia della boutique NoiDue, indaffarate a preparare l’abbigliamento di stagione da esporre – ed è andata sempre bene. Questa è un’iniziativa che serve, che funziona. Alla gente piace anche perché non si sente obbligata a entrare in negozio».