Jesi, cede un pino all’ex Cepi e colpisce un furgone in sosta

Il grosso albero è caduto sopra al veicolo in sosta in via Svezia (poi transennata) ed è stato rimosso dai vigili del fuoco, intervenuti sul posto insieme ai tecnici del Comune e alla Polizia locale

Il pino caduto all'ex Cepi

JESI – Crolla un pino e si schianta sulle auto in sosta. È accaduto questa mattina, 19 ottobre, nel giardino dell’ex Cepi e, per fortuna, non vi è alcun ferito. Il grosso albero è caduto sopra un furgone in sosta in via Svezia (poi transennata) ed è stato rimosso dai vigili del fuoco, intervenuti sul posto insieme ai tecnici del Comune e alla Polizia locale che ha presidiato la zona.

«Il mancato sviluppo delle radici è stato all’origine del cedimento – fa sapere il Comune -. Il giardino del Cepi presenta numerosi alberi di alto fusto oggetto di un sopralluogo alcuni mesi fa, al pari di quelli compiuti in tutte le aree verdi cittadine, dal quale, ad occhio nudo, non era emerso alcunché». Alla luce di quanto accaduto, quindi, fanno sapere da piazza Indipendenza, «l’Area Servizi Tecnici del Comune ha disposto un’analisi capillare dell’apparato radicale di tutte le piante limitrofe, con asportazione del terreno al fine di mettere a nudo e quindi valutare le radici mediante specifici strumentazioni».

La demolizione dell’ex Cepi sarà eseguita nel mese di novembre e, con il nuovo anno, prenderanno il via i lavori di realizzazione del nuovo centro per l’Alzheimer finanziato dal generoso contributo di 800 mila euro di Cassio Morosetti. «Una volta completato il centro – spiega l’amministrazione -, sarà programmata l’asfaltatura delle strade della zona, da tempo in condizioni di forti criticità ed i cui interventi di manutenzione straordinaria saranno finanziati attingendo al mutuo di 1,5 milioni di euro che verrà contratto nel prossimo anno».