Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Jesi, cani e gatti randagi in canile costano 40 mila euro

Il Comune ha stanziato questa cifra l'anno scorso per ricovero, custodia e mantenimento degli animali abbandonati, e senza proprietari, in favore della onlus “I miei Amici Animali"

JESI – Ammonta a oltre 40 mila euro il contributo annuale che il Comune versa all’associazione onlus “I miei Amici Animali” per ricovero, custodia e mantenimento di cani e gatti randagi. Un servizio indispensabile ad evitare che gli animali senza proprietari finiscano per strada, con relativi rischi per loro e per la pubblica incolumità.

Il finanziamento, l’anno scorso, è stato stanziato in due rate semestrali da circa 20 mila euro ciascuna. I miei Amici Animali ha vinto il relativo bando e organizza periodicamente iniziative di sensibilizzazione per fornire consigli utili sulla gestione dei quadrupedi domestici, e sui comportamenti da tenere in casa e nei luoghi pubblici.

Le strutture gestite attualmente, come si legge nella pagina Facebook della onlus (il link), sono due: il rifugio “Il Moiano” di Moie in via Vallati 14 (uscita della superstrada Moie, girando a sinistra e passando il cavalcavia si prende la prima strada sulla destra), che è aperto tutti i giorni dalle 14 alle 16 e il fine settimana dalle 10.00 alle 12.00, e il canile sanitario e rifugio Cardinali di Jesi in via Zanibelli 6 (vicino all’Oasi di Ripa Bianca, uscita Jesi Est), aperto tutte le mattine, tranne mercoledì e giovedì, dalle 10.30 alle 12.30.

L’associazione elenca anche le cose che servono per migliorare la vita a cani e gatti randagi: scatolette cibo umido per cani e gatti adulti e cuccioli, giochi, coperte calde, cestini, cuscini, guinzagli e museruole, lettiere, cucce in legno, teli resistenti, reti metalliche, secchi e ciotole.

Inoltre, si accettano donazioni in denaro direttamente al canile o con versamento bancario (le coordinate sulla pagina Facebook), e c’è la possibilità di destinare alla onlus il 5 per mille dalla denuncia dei redditi.