Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Jesi: cadono in casa, due ultracentenari salvati dai Carabinieri

L'allarme è scattato questa mattina verso le 7. Le grida disperate dei nonnini sono state udite da un vicino che ha chiamato il 112

Nel riquadro il capitano della Comapgnia di Jesi Simone Vergari

JESI – Coppia di ultracentenari cade in casa e non riesce a rialzarsi, le loro grida disperate vengono udite dai vicini di casa che spaventati chiamano il 112. E’ stata una mattinata concitata quella di oggi verso le 7 in un quartiere semi centrale della città, dove vivono due anziani coniugi. Entrambi che hanno già tagliato il traguardo dei 100 anni, ma ancora fortemente uniti e lucidi da volere la loro indipendenza, magari contando saltuariamente sull’aiuto di una badante che però stamattina non era in casa. I due anziani sono caduti, forse per un malore e non sono più riusciti a rialzarsi neanche per raggiungere un telefono da cui far scattare la richiesta di aiuto. Hanno iniziato a gridare, disperati. Un vicino li ha sentiti e ha chiamato il 112. Immediatamente dalla centrale operativa del Comando Carabinieri di Jesi sul posto sono stati inviati sia i militari che i soccorsi sanitari del 118 e i Vigili del fuoco, temendo che la porta potesse essere chiusa dall’interno. La pattuglia, che già stava effettuando un giro di controllo del territorio, è prontamente intervenuta insieme ai pompieri e all’automedica. I vigili del fuoco hanno aperto la porta e permesso così ai sanitari di accedere. I carabinieri hanno coadiuvato le operazioni di messa in sicurezza dei coniugi, che sono stati trasportati al Pronto soccorso dell’ospedale Carlo Urbani per le cure del caso. Le loro condizioni non dovrebbero essere gravi. Una delle tante emergenze cui i Carabinieri si sono trovati a fronteggiare per dare aiuto alle persone e garantire loro un servizio di prossimità e vicinanza.