Jesi, bocciata la mega riqualificazione dell’area sportiva di via Tabano

La giunta Bacci ha respinto la proposta formulata dalla società ABJ, legata all'Aurora basket, per la realizzazione di nuovi impianti a ridosso del Palatriccoli, considerandola non sostenibile economicamente

La partenza di Bicincittà Palatriccoli

JESI – Nessun nuovo impianto nell’area sportiva di via Tabano. Dopo un lungo approfondimento, la giunta Bacci ha bocciato la proposta della società ABJ, legata all’Aurora basket, di realizzare nuovi impianti e servizi a ridosso dell’Ubi Banca Sport Center. A detta del Comune, il progetto non è sostenibile economicamente.

L’ipotesi era effettivamente molto ambiziosa. Si prevedeva un investimento di 3.052.961,42 euro per realizzare un edificio a destinazione sportiva di estensione planimetrica di 2.700mq, disposto su due piani, caratterizzato da 2 campi da gioco per il basket, uno dei quali dotato di tribunetta (removibile) da 150 spettatori, spogliatoi, bagni, locali tecnici, magazzini, una palestra attrezzi, la foresteria per atleti, uffici, sale per fisioterapia e spazi per locale ristorazione aperto al pubblico.

Le motivazioni principali che hanno spinto l’amministrazione a non accogliere la proposta sono legate, secondo la delibera siglata dagli assessori, «alle poche certezze sui contratti di sponsorizzazione e la loro durata, alla mancata indicazione dei meccanismi di garanzia in caso di inadempimento delle imprese sponsorizzatrici, al limitato capitale sociale della ditta proponente e alla non adeguatezza dell’offerta di disponibilità gratuita di spazi a favore del Comune».

Resta in piedi, dunque, solo il progetto della Uisp, che ha avanzato una proposta di riqualificazione del complesso sportivo, presentando un piano dei lavori per l’importo di 834.724 euro, da realizzarsi a fronte della stipula di una convenzione ventennale.