Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Jesi: avverte strani rumori, si affaccia al portone di casa e mette in fuga il ladro che tentava di entrare

Provenivano dalla finestra della cucina. L'appartamento è situato al piano terra nella zona della scuola "Leopardi". L'uomo si apprestava ad andare a letto quando ha deciso di andare a vedere. I malviventi erano in tre, fuggiti a bordo di una Fiat Punto bianca già segnalata come auto sospetta

ladro

JESI – Quel rumore proveniente dalla finestra della cucina aveva insospettito la coppia che si apprestava, intorno alle 22.30, ad andare a letto, domenica sera 27 maggio.

Un rumore che si era ripetuto. Visti i tempi, perché non dare un’occhiata? Non si sa mai…

L’appartamento è situato al piano terra, nella zona della scuola “Leopardi” di Jesi – non molto distante dal Palasport -, così l’uomo ha acceso la luce che dà sul portoncino d’entrata, ha gettato una rapida occhiata nella corte esterna e ha notato un individuo che carponi si stava dirigendo velocemente verso il cancello. Evidentemente la sorpresa non era riuscita e, cercando di non farsi notare, stava dandosela a gambe.

Ma non era solo. Il padrone di casa ha potuto notare che con lui ce n’erano altri due che lo stavano aspettando accanto a un’auto, una Fiat Punto bianca con la quale si sono dileguati.

La stessa che era già stata segnalata la scorsa settimana perché sospetta, in quanto i tre l’avrebbero utilizzata per il volantinaggio porta a porta dei condomini della zona. Ma non a piedi. In auto, appunto. Strano.

Tanto che una residente, la quale voleva capirne di più, li aveva anche seguiti chiedendo loro spiegazioni. Ma era stata allontanata in modo brusco e a parolacce. Con accento straniero pare, dell’Est Europa.