Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Jesi, assegnazione imminente dell’appalto per la scuola Lorenzini

Il nuovo plesso scolastico sarà costruito in via Schweitzer nell'arco di tre anni. Oltre sei milioni di euro il costo stimato. La riapertura della scuola di via Asiago potrebbe slittare alla prossima estate

JESI – Nuova scuola Lorenzini, a breve l’assegnazione dell’appalto. A darne notizia è l’assessore ai lavori pubblici, Roberto Renzi, che spera di avviare il cantiere entro il 2019. Il Comune intende contrarre un mutuo da 4,1 milioni, in aggiunta a fondi di bilancio per 245 mila euro e con il contributo del Ministero dell’Istruzione per 1,7 milioni. Totale, oltre 6 milioni di euro per la secondaria di primo grado che sorgerà in via Schweitzer. 

La giunta Bacci ha infatti deciso di abbandonare l’ipotesi del doppio appalto attraverso l’Inail, che si sarebbe dovuta far carico di quello maggiore tramite la formula “rent to buy”, e di procedere interamente per conto proprio, approfittando anche del fatto che nel 2019 sono venuti meno i vincoli di indebitamento dei Comuni.  Tre anni per completare l’opera che sarà pronta, salvo imprevisti, nel 2021.

Il nuovo plesso, resosi necessario a seguito delle verifiche sismiche effettuate sul vecchio edificio (ora abbattuto per mancanza di sicurezza), sarà composto da quattro corpi e ospiterà su due piani 15 aule normali, 5 sezioni per 420 alunni, e aule speciali come laboratori e biblioteca. Quindi la palestra, sul retro, prefabbricata in cemento armato, con spogliatoi, servizi, area di pronto soccorso e fruibile anche in orari extrascolastici per altri utenti, tanto che l’accesso del pubblico sarà esterno. Previsto quindi un atrio-agorà, collegato con l’esterno da una vetrata schermata a tutta altezza, con ante apribili, che si affaccia su porticato e piazzale. All’interno, una scalinata che confluisce su una platea, dove sedersi o partecipare ad attività ricreative.

Gli studenti dell’ex Pinocchio, abbattuto dalle ruspe ormai diversi mesi fa, sono ospitati attualmente dal seminario vescovile di via Lotto. Ammonta a 89 mila euro il canone di locazione annuale che il Comune versa alla Curia per usufruire degli spazi.

Per quanto riguarda la scuola Martiri della Libertà, invece, il cantiere – che ha fronteggiato problematiche della ditta esecutrice – riprenderà a breve e dovrebbe essere ultimato la prossima estate. Gli alunni sono stati distribuiti tra le scuole Perchi (l’intera sezione del tempo pieno) e Federico II, e la scuola Mazzini per la sezione a tempo normale.