Jesi, asfaltature al via in periferia

Il primo stralcio dei lavori ammonta a 220 mila euro. Si partirà dalla zona ovest di Jesi, anche a seguito delle segnalazioni da parte dei cittadini

JESI – Al via l’appalto per le attese asfaltature nei quartieri periferici. Base d’’asta fissata a 220mila euro, una settimana di tempo per presentare le offerte (scade il 31 agosto). Esso è finalizzato infatti alla realizzazione dei lavori di manutenzione straordinaria relativi ad alcune strade della città ricadenti nella zona Ovest. In particolare, le vie Campolungo, Appennini, Coppi, Staffolo,XX Luglio, Roma, Lanificio e Montello. Il 4 settembre è in programma il sorteggio che individuerà, nel caso vengano presentate più di 15 offerte, le ditte da invitare alla procedura negoziata per l’affidamento dell’appalto. Una volta che questo sarà stato assegnato, il cantiere va chiuso entro 80 giorni.

Questo è il primo stralcio del programma di lavori di manutenzione per i quali il Comune intende spendere, facendo ricorso all’accensione di mutui, 2,7 milioni in un biennio. Le aree dalle quali cominciare sono state individuate sulla base della ricognizione della rete stradale e dei marciapiedi avviata dal Servizio infrastrutture e mobilità dell’Area servizi tecnici, anche sulla scorta delle segnalazioni pervenute da parte dei fruitori, al fine di rilevarne lo stato di conservazione e individuare le zone maggiormente critiche.

«Finalmente – afferma il sindaco Massimo Bacci – con l’ultima Finanziaria è stata data la possibilità ai Comuni di ritornare a contrarre mutui. Noi eravamo pronti da diversi anni, ma i vincoli del patto di stabilità prima e di finanza pubblica poi impedivano anche ai Comuni virtuosi come il nostro di poter effettuare investimenti. Ora la situazione è cambiata per cui possiamo muoverci liberamente. Per questo abbiamo disposto un piano straordinario di manutenzioni di strade e marciapiedi della città per oltre 2,7 milioni di euro in un biennio, una somma praticamente dieci volte superiore a quella che si poteva investire in passato con le sole risorse del bilancio corrente. Le asfaltature riguarderanno non solo le principali strade di Jesi, ma anche tutta una serie di vie secondarie che, come ben sapete, da tempo necessitano di interventi di manutenzione straordinaria. Avremo cura di seguire un preciso ordine di priorità e soprattutto controlleremo che siano lavori ben fatti e duraturi. Su questo assicuro il mio impegno».

A inizio settembre partiranno altri interventi: la riqualificazione dei parcheggi delle Conce e Zannoni, da tempo in dissesto, le asfaltature lungo viale Cavallotti e di un importante tratto di viale Don Minzoni.