Jesi, appalto ancora tormentato per le mense scolastiche

Il Comune ha provveduto all'assegnazione dell'incarico ma l'azienda che si è classificata seconda ha presentato ricorso al Tar Marche, costringendo il Municipio a rivedere l'organizzazione

Mense

JESI – Nuovo appalto, nuovi ricorsi sulle mense scolastiche. Nemmeno il tempo di affidare la preparazione dei pasti alla CamstCir Food, prima classificata in graduatoria, che la Dussmann (seconda in classifica) si è rivolta al Tar Marche per tentare di farne annullare l’assegnazione.

L’amministrazione è pertanto corsa ai ripari. Preso atto del ricorso, formalizzato lo scorso 21 agosto, si è ritenuto di non procedere, in via prudenziale, all’avvio dell’appalto vero e proprio, che riguarda fra l’altro anche la casa di riposo Vittorio Emanuele II, sede del centro unico di cottura. «Considerata l’estrema urgenza nel garantire la continuità del servizio a favore degli utenti del servizio di ristorazione scolastica per i Comuni di Monsano, Jesi e di ristorazione assistenziale per Jesi – spiega l’amministrazione -,si è deciso di procedere in via prudenziale alla stipula di un contratto per il solo periodo dal 01/09/2019-31/10/2019, in attesa del pronunciamento del Tar Marche in merito all’eventuale concessione di un provvedimento di sospensione cautelare degli atti di gara».

Alla CamstCir Food, pertanto, è stato assegnato temporaneamente un appalto da 420 mila euro della durata di due mesi (settembre-ottobre) al fine proprio di garantire la preparazione dei pasti a beneficio degli alunni delle scuole materne ed elementari e degli ospiti della residenza protetta per anziani.