Aggressione a Moie, arrestato il colpevole

A mettere le manette ai polsi del 66enne sono stati i carabinieri di Jesi. L'uomo aveva colpito alle spalle un 83enne ferendolo con un coltello da cucina. L'anziano si trova in prognosi riservata all'ospedale Carlo Urbani, mentre il suo aggressore è stato trasferito in carcere

Carabinieri
Carabinieri

JESI – È stato arrestato il 66enne che questa mattina a Moie di Maiolati Spontini ha accoltellato un uomo di 83 anni riducendolo in gravi condizioni. Sono stati i carabinieri della Compagnia di Jesi ad allacciare le manette ai polsi dell’uomo.

L’accusa è quella di tentato omicidio. Il 66enne di Castelbellino questa mattina (18 ottobre) intorno alle 7 aveva aggredito alle spalle con un coltello un 83enne anche lui di Castelbellino al quale aveva inferto diverse ferite da taglio e pugni. La vittima era stata trasportata in gravi condizioni all’ospedale Carlo Urbani di Jesi dove resta in prognosi riservata per le emorragie.

I carabinieri della Stazione di Moie avevano subito fatto partire le indagini ed erano riusciti ad individuare poco distante dal luogo dell’aggressione, avvenuta all’incrocio tra via Trieste e via Fornace, il coltello da cucina con la lama spezzata che l’uomo aveva utilizzato per infierire sull’83enne e che poi aveva abbandonato in un prato.

Grazie alla rapidità dei militari dell’Arma, il Pubblico Ministero della Procura di Ancona ha disposto il trasferimento dell’uomo in carcere.