Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

ITAS Open, lo spettacolo del tennis a Jesi

Sui campi in terra rossa del Circolo Cittadino dal 6 al 16 luglio prossimi, la quarta edizione del torneo che ha rilanciato una tradizione consolidata. Occhio ai marchigiani Samuele Ramazzotti e Gianluca Quinzi, per la finale binomio fra racchetta e fioretto

I campi in terra rossa del Circolo Cittadino, scenario del quinto ITAS Open, Memorial Romano Cacciani
I campi in terra rossa del Circolo Cittadino, scenario del quinto ITAS Open, Memorial Romano Cacciani

JESI – Il tennis di livello torna sui campi in terra rossa del Circolo Cittadino dal 6 al 16 luglio prossimi. E’ stata infatti presentata la quarta edizione del torneo ITAS Open, che dal 2014 ha ripreso l’importante tradizione nel settore dell’impianto jesino, che si era interrotta nei primi anni 2000.

«Quella del tennis a Jesi è una storia antica e importante- ricorda l’avv. Gianluca Mucelli, presidente del Circolo Cittadino- la struttura che presiedo ne è stata grande protagonista e con questo torneo vogliamo valorizzare ulteriormente il legame. Siamo al quarto anno e è già un segnale di continuità che conta, con un montepremi che è di 5 mila euro e con giovani di valore pronti a sfidarsi su questi campi. Ne cito due: Samuele Ramazzotti, diciottenne promessa di Castelbellino che lo scorso anno qui è arrivato secondo e poco dopo ha conquistato il suo primo punto Atp da professionista, e Gianluca Quinzi, sangiorgese, fratello minore del vincitore del Wimbledon giovanile nel 2013. Nel frattempo sorgono intorno a noi altri tornei Open come quello di Chiaravalle: il nostro rilancio di quattro anni fa evidentemente ha fatto da traino per il territorio. Intanto la scuola del Circolo cresce e fa crescere i suoi piccoli: siamo la prima scuola basic nelle Marche e la sedicesima a livello nazionale, con talenti in erba come la nostra Glenda Girini, seconda in Italia fra le under 10»

Una immagine della conferenza stampa di presentazione dell’ITAS Open 2017 al Circolo

A sostenere l’organizzazione del torneo da parte della struttura del presidente Mucelli e della vice presidente Carla Saveri, il dott. Simone Cola, agente della ITAS Assicurazioni di Jesi. L’appuntamento nasce infatti grazie alla collaborazione tra Circolo e Agenzia ITAS di Jesi, Ancona e Fabriano. Spiega Simone Cola: «L’incontro tra partner motivati ha dato avvio all’ITAS Open, una nuova stagione che vorremmo possa restituire a Jesi i riconoscimenti che merita anche in questo sport. Credo fortemente nei valori della Compagnia per la quale lavoro, una Mutua Assicurazione in cui gli Assicurati sono Soci e lo spirito è di condivisione di tutte le attività che possono migliorare la qualità della vita dei Soci e del loro territorio». Tra l’altro a livello nazionale ITAS, anche grazie all’attività di Cola e alla campionessa jesina di fioretto Valentina Vezzali, è sponsor della Federscherma. Rapporto che si tradurrà in un abbinamento fra racchette e fioretto che porterà ad essere ospiti della serata finale del torneo, per premiare i vincitori, le promessa della scherma Elena Tangherlini e Tommaso Marini, già Campionati Italiani giovanili e medagliati internazionali.

Apprezza l’assessore allo sport Ugo Coltorti: «Legame storico quello fra la città e il tennis, le antiche “balette” ritrovate a Palazzo della Signoria di cui ci è venuto a parlare un grande intenditore come Gianni Clerici lo testimoniano. Fa piacere constatare la vicinanza di aziende e imprenditori a eventi come questo e al mondo dello sport: segnale che Jesi è una realtà viva».

Dal 6 al 16 luglio al Circolo Cittadino saranno aperti anche stand a disposizione del pubblico che potrà gustare, per undici serate, dello spettacolo del tennis.