Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Italia-Inghilterra: verso una finale ricca di emozioni tifando il mister jesino Mancini – VIDEO

La città è tappezzata di manifesti e locandine per ringraziare e tifare Roberto Mancini, orgoglio di Jesi, in vista della finale degli Europei contro l'Inghilterra

Roberto Mancini, ct della Nazionale di calcio

JESI – Dalla Jesi del ct Roberto Mancini si leva il tifo più acceso in vista della finalissima degli Europei di domenica sera a Wembley contro l’Inghilterra.

La città ancora esulta per la vittoria un po’ sofferta contro la Spagna, ma che ha permesso alla Nazionale azzurra guidata dal mister Jesino, di correre dritta verso il sogno. Ci siamo. A Jesi spuntano ovunque maxi manifesti, locandine nei negozi del centro: «Grazie Roberto, orgoglio di Jesi!», il sogno è qui anche grazie al ct nato proprio a Jesi, dove ancora la sua famiglia e i più cari amici sono prontissimi a tifarlo.

«L’incontro con la Spagna è stato importante e di grande soddisfazione – dice Bruno Sassaroli – specie per il risultato raggiunto contro una squadra molto forte e che ha fatto scendere in campo giocatori giovanissimi. Ora ci attende l’Inghilterra e sono sicuro che Roberto sa cosa deve fare, gli auguriamo un grande in bocca al lupo e che sia vittoria!».
In tribuna a Wembley per la finale di Euro2020 ci sarà anche il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, una presenza che rievoca alcuni famosi episodi del passato con Sandro Pertini e Giorgio Napolitano. A Jesi ovunque sventola un tricolore che fa battere il cuore. Sono soprattutto gli amici sulle due ruote, gli appassionati di ciclismo, che insieme a Roberto Mancini hanno formato il gruppo “Gli Azzurri di Jesi” a far alzare il tifo più acceso.

Gino Bolletta e Roberto Mancini

«Il nostro gruppo è nato dalla passione comune per il ciclismo – racconta Gino Bolletta – e siamo orgogliosi che insieme a noi ci sia anche Roberto Mancini. Noi siamo qui a tifarlo, ciascuno con i propri gesti scaramantici». C’è un’indiscrezione dietro la partita con l’Inghilterra, o meglio un “fioretto”: se l’Italia vincerà, mister Mancini e compagni di pedalata affronteranno il Cammino di Santiago de Compostela sulle due ruote. Il gruppo degli Azzurri di Jesi vive diviso, stavolta, l’attesa della partita. «Il gruppo degli Azzurri di Jesi è diviso, c’è chi vuole stare insieme, chi guarda la partita in casa da solo – dice Piero Bologna – ma siamo comunque uniti nel tifo». La città sta preparando un evento dedicato a Mancini, l’attesa è davvero forte. Intanto alla pasticceria Zoppi, tradizionale meta delle colazioni del mister, si brinda – rigorosamente con spremuta – e si innalzano le mitiche sfogliatine alla crema, le preferite di Roberto, in attesa della partitona. Perché bisogna dirlo, tra un ciak e l’altro per promuovere la nostra regione e gli innumerevoli impegni sportivi, il mister trova comunque il tempo di tornare nella sua Jesi e fare una capatina alla pasticceria Zoppi. «Roberto qui è di casa – dice il titolare della pasticceria Armando Zoppi – quando è a Jesi viene spesso a fare colazione e ordina sempre la sfogliatina. Una routine che a noi piace onorare tutti insieme, con gli Azzurri di Jesi, in attesa che Roberto torni a Jesi». Al tavolo degli Azzurri di Jesi manca solo lui….forza Mister, dritto alla vittoria!

Gli Azzurri di Jesi riuniti alla pasticceria Zoppi per tifare mister Mancini