Istantanee di un tempo

Una mostra della Jesi che fu a cura del Circolo Ferretti per raccontare la città del Novecento. L'esposizione a Palazzo dei Convegni nell'ambito del Palio di San Floriano che prosegue fino a domenica

JESI – Curiosità per la mostra “Aesis, istantanee di un tempo” a cura del Circolo Culturale Massimo Ferretti di Jesi che ha inaugurato l’esposizione a Palazzo dei convegni ieri, nell’ambito del Palio di San Floriano. Obiettivo dell’esposizione dei soci del circolo è raccontare la Jesi del Novecento, il cambiamento del tessuto urbano ma anche l’evoluzione della società jesina. La produzione della seta, la vendita dei cavoli all’Arco Clementino, il primo telefono d’Italia che squillò proprio in città, il passaggio del dirigibile raccontano eventi e i personaggi che hanno reso importante la nostra città. Indiscutibile la natura artigiana e contadina della nostra città che ha vissuto il passaggio vi personaggi come Aldo Moro e Sandro Pertini. Una mostra fatta da jesini per raccontare la città che è stata grazie alla collaborazione del Fondo Schiavoni, concessi dalla biblioteca Planettiana, e dalle copertine e articoli di giornale presi dalla testata Jesi e la sua Valle. L’a mostra sarà aperta fino al 7 maggio alla Galleria del Palazzo dei Convegni.

Il Palio. Prosegue anche oggi (venerdì) la manifestazione medievale: alle 16 al via il mercatino medievale in piazza Colocci, nella Chiesa di San Nicolò, ore 17, si svolgerà il tradizionale appuntamento con il convegno storico “Sulle tracce del passato: ricostruzione virtuale delle realtà attraverso le fonti”, il Corteo dei Quartieri e gli spettacoli dei giullari di corte apriranno le competizioni agonistiche. Le gare si svolgeranno in piazza Baccio Pontelli, piazza delle Monnighette e in piazza della Repubblica dove, a partire dalle 23.45, ci sarà il concerto del gruppo musicale “Fairy Dreams” (in programma anche per sabato 6 in piazza Federico II). Sabato 6 maggio, partenza del corteo storico con circa 500 figuranti coinvolti, la parata dei sindaci e le esibizioni dei gruppi storici che prenderanno il via in piazza della Repubblica. Si proseguirà con la Santa Messa in Cattedrale del Vescovo. Domenica 7 maggio,  si parte la mattina con VIII edizione del “Trofeo Bagnacavalli” di tiro con l’arco storico, il concorso di pittura estemporanea “Giù pe’ Sant’Anna” (9,30 Chiesa San Nicolò) e mercatino in piazza Colocci. Il gran finale in piazza Baccio Pontelli con la consegna del pallio di San Floriano al Comune trionfante e fuochi d’artificio.