Istanbul, la mostra sugli artisti contemporanei italiani ospita Bob Money

Jesino di adozione, l'artista è nato a Stoccarda da genitori emigrati. Ad Ancona ha studiato alla scuola d'arte imparando il disegno e la fusione in bronzo

istanbul

JESI – L’artista Bob Money espone alla fiera ArtIstanbul, tra gli appuntamenti artistici più importanti al mondo. Jesino di adozione, Bob Money ha portato nella città turca l’opera “Fusione con la materia“.

Bob Money
Bob Money

Si tratta di una delle principali fiere internazionali di arte: da anni attira l’attenzione di esperti e appassionati che stanno raggiungendo la metropoli per l’occasione. Spazio dunque a nomi affermati e a giovani artisti indipendenti al Centro Fiere e Congressi Tuyap dove l’evento durerà fino al 18 novembre. Nello stesso mese, curato da Cairo Editore, uscirà il catalogo dell’evento. «Istanbul e una città meravigliosa – commenta Bob Money -. Una metropoli all’avanguardia, un connubio perfetto e inedito di culture e tradizioni. Architettura, arte e storia si mescolano diventando qualcosa di davvero nuovo e insolito agli occhi. La preparazione e la professionalità da parte degli organizzatori di Artist non ha niente da invidiare ad altri Art fair di livello internazionale tipo Art Basel, la qualità e la scelta delle gallerie porta un pubblico di collezionisti che arriva a centinaia di migliaia di visitatori in 10 giorni. Questo dipende anche dal fatto che Istanbul si trova in un punto strategico raggiungibile da paesi come Cina e Unione Sovietica dove si trovano i futuri collezionisti di arte moderna e contemporanea»

Bob Money, 53 anni, è nato a Stoccarda da genitori emigrati e vive a Jesi da vent’anni. Insieme ad Orfeo Tamburi è uno dei due jesini presenti nel Catalogo d’Arte Moderna Mondadori 2017 (leggi l’articolo) che raccoglie gli artisti Italiani dal primo Novecento ad oggi. Collabora con artisti e gallerie nazionali ed internazionali come artista indipendente. A Jesi ha uno spazio in Piazza Spontini con altri due artisti, Juri Lorenzetti e Andrea Marconi. Ha vissuto in Germania ma si è formato ad Ancona dove ha imparato il disegno e la fusione in bronzo. Nel tempo ha sperimentato diverse tecniche di pittura specializzandosi nel bassorilievo su tela.