Il Bridge entra al Liceo Scientifico di Jesi con risultati d’oro

La soddisfazione del Presidente dell'Associazione Bridge Jesi, Giordano Togni per i risultati ottenuti con il progetto"Bridge a Scuola" al quale ha partecipato l'istituto scolastico di Jesi. La coppia Tommaso Barchiesi e Alessandro Giordano conquista la medaglia più prestigiosa nel torneo regionale ad Ancona

Gli studenti del Liceo Scientifico jesino premiati ad Ancona, sulla sinistra il presidente Giordano Togni

JESI – E’ considerato lo sport della mente e non un semplice gioco di carte. Tanto è vero che rappresenta una disciplina con una sua specifica Federazione – la Figb – che fa parte del Coni.

Il Bridge affonda le sue radici nel Whist, che veniva praticato in Inghilterra nel XVI secolo ma le sue regole attuali hanno poco meno di 100 anni, risalendo al 1925.
Presidente dell’Associazione Bridge Jesi è Giordano Togni, il sodalizio conta 60 iscritti i quali presso il Circolo Cittadino due volte a settimana si riuniscono per partecipare a tornei federali che si svolgono in simultanea con tutti gli altri circoli nazionali.
«Questi sono giorni di grande soddisfazione per noi – afferma il presidente Togni – in quanto abbiamo raccolto significativi successi dopo aver seminato con il progetto “Bridge a Scuola” proposto dal Ministero della Pubblica Istruzione e dalla Federazione Italiana Gioco Bridge, al quale ha partecipato il Liceo Scientifico “Leonardo da Vinci” di Jesi. Gli studenti jesini si sono piazzati ai primissimi posti nella classifica finale del torneo regionale, che si è volto il 7 maggio scorso al Palaindoor di Ancona, in occasione della manifestazione “Bridge in Pista”».

Il progetto si è sviluppato attraverso un corso sul gioco della carta tenuto dall’istruttore federale Stefano Bonazza, è stato frequentato da 32 studenti dei quali in 12 hanno partecipato alla manifestazione dorica. E in questa circostanza va registrata la conquista della medaglia d’oro da parte della coppia Tommaso Barchiesi e Alessandro Giordano.

Alcune coppie hanno partecipato anche a Campionati Nazionali a Salsomaggiore e lo scorso anno la coppia Roberto e Raffaele Ramazzotti ha conquistato la medaglia d’argento di categoria.

«Il Liceo Scientifico di Jesi – sottolinea il presidente – ha colto l’occasione per far entrare a scuola questa esperienza grazie alla collaborazione con i professori Bellagamba e Zoppi e con la piena approvazione della dirigente Bruna Aguzzi. Da sempre sono sostenitore dell’inserimento del Bridge nelle attività didattiche perchè rappresenta una valida palestra per sviluppare la memoria, la concentrazione, l’attenzione, l’analisi e la logica».