Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Gli auguri di Silvia Gregori: «Con la Lega al fianco dei cittadini»

La consigliera comunale del Carroccio: «Chi fa politica come me per passione, mira alla concretezza e a risolvere i problemi». Appena accennata la questione del cambio di referente, con Fabio Benni, al coordinamento di Jesi. Ma l'insoddisfazione è palpabile

L'opposizione in consiglio comunale a Jesi
L'opposizione in consiglio comunale a Jesi
JESI – Siamo in chiusura dei giochi. Un altro anno se ne va e a tirare le somme c’è anche la consigliera della Lega Nord Jesi, Silvia Gregori.
La quale, in un suo intervento, cogliendo l’occasione dei tradizionali auguri, cerca anche di «dare una risposta a quanti mi hanno scritto attraverso vari canali, contrariati a causa della nomina di un nuovo coordinatore cittadino. Mi limito a dire che pur non essendo d’accordo nel merito e nel metodo di quanto deciso, spero ci sia una piena collaborazione da parte di tutti».

È chiaro che la questione del recente e inaspettato cambio al timone jesino del Carroccio con Fabio Benni, in vista delle prossime elezioni politiche, non è andata giù non solo alla consigliera ma anche a tanti altri leghisti. Ma ci saranno tempo e spazio, con la ripresa dell’attività, per ritornarci.

Silvia Gregori

«Sempre più cittadini in povertà e la mancanza di sicurezza – sottolinea Gregori – sono la causa della manifestazione di un degrado crescente che Jesi non aveva mai conosciuto. Come consigliera Comunale ho avviato un percorso progettuale con i cittadini attraverso la composizione di un comitato con una sua identità giuridica, quello del Parco del Vallato – Via del Molino, per chiedere soluzioni efficaci e concrete al cospetto di una situazione di insicurezza, schiamazzi, vandalismo, che si trascina ormai da tempo, comitato che sta raccogliendo numerose adesioni. Un progetto pilota che potrebbe essere utilizzato anche per altre aree della città».

Il parco del Vallato, sorto un comitato contro degrado e vandalismo
Unica consigliera della Lega, ma anche prima in assoluto a rappresentarla in Consiglio comunale, Silvia Gregori pone l’accento anche sul fatto che «sarei felice e disponibile nel dar vita, con alcuni cittadini volenterosi, a una metodologia di sostegno alla mia figura di consigliere, in modo da poter prendere in esame e sottoporre all’assise civica il maggior numero di questioni. Per chi come me fa politica per passione, mettendo impegno e sacrificio, poter realizzare cose concrete è il modo più bello per essere ripagati».