Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Jesi, fioccano multe: auto e patente sequestrate e oltre 1500 euro da pagare per una donna comunitaria

Il veicolo, con targa straniera, non può circolare in Italia oltre il periodo consentito di un anno. 3100 euro di multa anche per un autocarro di trasporto rifiuti senza formulario

JESI – Auto e patente sequestrate e oltre 1500 euro di multa a una donna comunitaria fermata questa mattina da una pattuglia della Polizia Locale di Jesi nell’ambito dei controlli per la sicurezza stradale.

Il veicolo, con targa straniera, non può per legge circolare in Italia oltre il periodo consentito di un anno. Allo stesso tempo il conducente, se è residente in Italia da più di 60 giorni, non può circolare con un veicolo immatricolato in uno Stato estero.

Condizioni non rispettate dalla donna che per giunta aveva la patente conseguita all’estero senza che fosse stata convertita entro due anni dalla residenza in Italia e comunque scaduta di validità ai sensi della normativa nazionale.
Tutte violazioni al codice della strada sanzionate per complessive 1586 euro (riduzione del 30% se il pagamento avviene in cinque giorni), con auto ritirata ai fini della confisca che potrà essere evitata qualora venga immatricolata in Italia.

Sempre questa mattina la Polizia locale ha sanzionato per 868 euro anche un cittadino di Jesi trovato alla guida di un’auto sprovvista di assicurazione che è stata a sua volta sequestrata.

Inoltre, sempre nell’ambito dei controlli sulla sicurezza stradale, è stato multato il conducente di un autocarro che trasportava rifiuti ferrosi in assenza del previsto formulario di identificazione del rifiuto. Per lui una sanzione di 3.100 euro da versare alle Provincia di Ancona.