Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Filottrano, dolore e sconcerto per la scomparsa del dottor Paolucci

I funerali saranno celebrati nella chiesa di San Francesco. Il professionista per anni ha diretto il reparto di Otorinolaringoiatria dell’ospedale di Jesi. Il ricordo dei colleghi

L'otorino Luciano Paolucci

FILOTTRANO – Ha destato grande sconcerto la scomparsa del dottor Luciano Paolucci, 72 anni, originario di Filottrano ma molto conosciuto a Jesi dove per anni ha diretto il reparto di Otorinolaringoiatria dell’ospedale cittadino (dal 1973 al 2007) e aveva uno studio professionale in via Marconi, e a Civitanova, dove attualmente coordinava lo stesso reparto ma nella casa di cura Villa dei Pini. I

l dottor Paolucci si è spento ieri (mercoledì 2 dicembre) a causa del covid, il virus maledetto che ha aggredito anche tanti camici bianchi e infermieri. «Sono addolorato – dice il dottor Tonino Bernacconi, primario del reparto di Rianimazione dell’ospedale Carlo Urbani – era un grande lavoratore, ben voluto da tutti anche perché tecnicamente era davvero molto preparato. Possiamo definirlo un innovatore».

«È stato un grande amico e collega, sono addolorato», il commento del dottor Nazzareno Santoni, così come commosso è il saluto del dottor Franco Iantosca, ex responsabile del servizio di Gastroenterologia ed endoscopia digestiva del “Carlo Urbani”: «Ciao amico mio, riposa in pace». Il coordinatore del Tribunale per i diritti del Malato Pasquale Liguori ricorda il dottor Luciano Paolucci come «una persona di una umanità e umiltà unica». Tantissimi i messaggi di cordoglio che stanno giungendo in queste ore alla moglie Flavia, al figlio Alessandro, alle sorelle e ai familiari. La salma è stata trasferita alla Casa funeraria Bottegoni (via Barbera 2/B) a Filottrano dove sarà allestita la camera ardente. Amici, colleghi e pazienti potranno rendergli l’ultimo omaggio domani, venerdì 4, prima del funerale che sarà celebrato sabato 5 dicembre alle ore 10 nella chiesa di San Francesco a Filottrano. La tumulazione nel cimitero comunale.