Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Film, libri, dibattiti ed incontri: gli eventi culturali del lungo week end jesino

Venerdì primo giugno a Palazzo dei Convegni ci sarà Paolo Landi, alunno di don Milani. Sabato 2, Festa della Repubblica, al Teatro Pergolesi il Premio Calamandrei

Una vista di Jesi dalle ex Carceri
Una vista di Jesi dalle ex Carceri con il cimitero "piramide" sullo sfondo

JESI – Un incontro con Paolo Landi, allievo di don Milani, darà il via agli eventi culturali che si terranno in città nei primi giorni del mese di giugno.

Nell’ambito delle iniziative messe in campo dal Coordinamento per la Democrazia Costituzionale “Stefano Rodotà”, presieduto da Enzo Beccaceci, e volte a diffondere la conoscenza della Costituzione italiana per favorirne l’applicazione, si terrà il convegno “La Scuola della Costituzione”. L’appuntamento, previsto per venerdì primo giugno a Palazzo dei Convegni di Jesi, vedrà la presenza di Paolo Landi, alunno di don Milani, e di una rappresentanza degli allievi dell’Istituto Galilei di Jesi, e Grazia Tiberi, di Arci Voce, che leggerà brani di Piero Calamandrei, tratti da due discorsi tenuti negli anni Cinquanta. L’occasione per raccontare l’esperienza della Scuola di Barbiana, esperienza educativa avviata da don Lorenzo Milani dal 1954 al 1967, nel piccolo borgo di Barbiana nella diocesi di Firenze cui si sono avvicinati gli studenti jesini con l’organizzazione di una mostra itinerante, organizzata lo scorso mese di marzo nei locali dell’istituto.

Il 2 giugno, Festa della Repubblica Italiana, al Teatro Pergolesi (ore 11) verrà consegnato il Premio Calamandrei 2018 al professor Ugo De Siervo, Presidente Emerito della Corte Costituzionale. Ai diciottenni, cui come di consueto verrà consegnata una copia della Costituzione Italiana, De Siervo terrà una lectio magistralis sul valore della Carta Fondamentale.

burning bikinisIl Piccolo di San Giuseppe domenica 3 giugno, ore 21, proietta in anteprima italiana il documentario “Burning Bikinis“, una cooproduzione internazionale Aditus e Subwaylab regia di Alessandro Tesei ed Emmanuel Farah. Il film è una coproduzione Maltese-Italiana, da un progetto della NGO maltese Aditus coprodotto dalla jesina Subwaylab, con il supporto del Ministero della Cultura maltese, dalle Ambasciate Statunitense e Tedesca, e dal Parlamento Europeo. La pellicola trae ispirazione da una leggenda metropolitana maltese risalente agli anni ’60, in cui i bikini furono ammucchiati alla rinfusa e bruciati in piazza a Malta. Nello stesso periodo, sempre a Malta, diverse donne furono arrestate e portate a giudizio per aver indossato il bikini, mentre l’arcivescovo Mikiel Gonzi chiese all’allora primo ministro Borg Olivier di istituire un ramo speciale delle forze di polizia con la “funzione esclusiva di salvaguardare la moralità pubblica”. La ricerca sviluppata in questo documentario, segue la scia storica dei primi movimenti femministi maltesi che hanno iniziato a emergere a fine anni ’70, indagando sugli aspetti più repressivi degli stereotipi di genere che sono ancora presenti nella società di oggi (a Malta il divorzio è legale solo dal 2011, la pillola del giorno dopo è legale da dicembre 2017, mentre l’aborto è ancora illegale, ndr). Si concentra sulla figura della donna nelle società patriarcali e fortemente condizionate dalla religione, come Malta, e come l’Italia. L’ultima parte del documentario parla delle donne di oggi, oltre 50 anni dopo, mentre Malta sta ancora lottando per attribuire alla mente e al corpo della donna pari valore, rispetto e libertà di quello dell’uomo. Ingresso a donazione libera per favorire la raccolta fondi del nuovo film prodotto da Subwaylab con Alessandro Tesei sulla vita degli stalker di Chernobyl: “The Zone”.

Appuntamenti anche a Villa Borgognoni dove si respira aria di cultura fino a settembre, poi la struttura verrà destinata ad ospitare gli uffici dell’Azienda Pubblica Servizi alla Persona visto che nell’attuale sede, la Casa di Riposo, si dovranno effettuare i lavori di ristrutturazione (leggi l’articolo). Il 6 giugno prossimo, ore 21, saranno ospiti della splendida villa di via Crivelli, i fratelli Mauro e Maurizio Bolognini scopritori delle Grotte di Frasassi per presentare il libro “La scoperta della Grotta grande del vento nel parco di Frasassi”. Mercoledì 13 giugno, sempre alle 21, le associazioni di Ostello delle Idee organizzano un incontro dal titolo “La poesia di Laura Fusco”, autrice in procinto di pubblicare la sua quarta raccolta Limbo per Editions Unicité in Francia. La poetessa Laura Fusco presenterà “La pesatrice di perle” fresca di seconda ristampa all’Ostello delle Idee. Una raccolta che canta l’amore e tante storie di donne. Dopo i tanti progetti nazionali e internazionali contro i femminicidi e la violenza realizzati con Amnesty, gli appuntamenti in Italia e all’estero, la Fusco incontra le donne dell’Ostello delle Idee.