Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

A Jesi Fiere di San Settimio blindate

Presidiati tutti gli accessi e installati blocchi di cemento del peso di 2.500 chili per interdire il passaggio ai mezzi. Modifiche alla viabilità. Complessivamente sono 565 i posteggi assegnati per dodici anni alle bancarelle

Al centro Liliana Rovaldi, comandante della polizia locale di Jesi

JESI – Risale al 1304 la tradizione della Fiera di San Settimio, patrono della città, che si festeggia domani, venerdì 22 settembre, con la tradizionale Tombola.

L’edizione di quest’anno delle Fiere si caratterizza sotto l’aspetto della sicurezza: «Tutti gli accessi alla fiera sono presidiati dall’associazione Carabinieri in congedo che hanno dato disponibilità con 24 unità operative dalle 8 alle 24 – ha spiegato Liliana Rovaldi, comandante della polizia locale – Saranno messi dei blocchi di cemento del peso di 2.500 chili per interdire il passaggio ai mezzi, ad eccezione di quelli di soccorso, nelle strade di accesso. Si prevede una grande affluenza di pubblico pertanto sconsigliamo le arterie ad alta densità di traffico come il Viale e via Gallodoro preferendo la superstrada».

Importanti le novità sul fronte viabilità: chiusa al traffico via Setificio, invertito il senso di marcia in via Mugnai fino a via San Giuseppe (che rimane a senso unico, ndr) e via Artigiani, bloccata via Granita all’altezza della scuola, blocchi di cemento in via XXIV Maggio all’altezza con via Acqua quindi i pullman in uscita dovranno obbligatoriamente andare verso via Ricci. Piazzale San Savino, quindi, è interamente pedonale, chiusa anche via Lucagnolo a Porta Valle e Piazzale delle Conce, off limits anche l’Arco Clementino. I blocchi di cemento utilizzati sono quelli utilizzati per reggere l’albero di Natale del comune, altri sono stati prestate da aziende edili.

Sul discorso abusivismo, la polizia locale ha chiesto aiuto alla Questura: «Visto che lo scorso anno non siamo riusciti a gestire al meglio la situazione che è sempre più complicata, quest’anno possiamo contare sulla collaborazione dei carabinieri, della polizia, della Guardia di Finanza e della Polfer con un presidio alla stazione ferroviaria – aggiunge Rovaldi – Sono previste multe fino a 200 euro per chi acquista dagli abusivi. La polizia locale ha una squadra antiabusivismo di sette persone, tredici per turno le unità in servizio nei giorni della fiera».

E a proposito di sicurezza: domani in occasione della tombola va rispettata l’ordinanza che vieta l’ingresso in piazza con bottiglie e bicchieri di vetro dalle 18 alle 22, la stessa iniziativa adottata in occasione delle partite di calcio più a rischio. Pena una multa di 50 euro.

La conferenza di presentazione delle Fiere di San Settimio, edizione 2017

Quest’anno la distribuzione degli spazi nella fiera ha seguito un iter differente rispetto agli altri anni. La prima novità è la gestione della parte di Porta Valle e San Savino prima gestita dalla Globe Trotter di Ferrara ora invece, nelle mani di Civitanova Eventi che ha vinto l’appalto. L’assegnazione inoltre ha durata pluriennale: la concessione avrà durata di dodici anni e scadrà quindi il 25 settembre 2029.

«C’è stato un pò di malumore tra gli addetti per questa novità – rivela l’assessore Ugo Coltorti – Abbiamo rispettato il decreto legislativo decreto 59/2010 bolkestein. L’organizzazione non è stata smeplice come gli altri anni, ringrazio l’ex consigliere delegato Marco Giampaoletti per il lavoro svolto fino ad ora». Ad esclusione di Piazza Colocci interessata dagli scavi le bancarelle saranno distribuite nella stessa maniera: sono 485 i posti assegnati per i generi alimentari, 5 gli animali vivi al Campo Boario, 40 gli artigiani in Piazza Federico II, 10 gli imprenditori agricoli, 25 le associazioni. I posti rimasti liberi saranno assegnati la mattina del 23 settembre.

A Porta Valle rimane il tendone dei prodotti tipici a gestione di Civitanova Eventi: «Oltre a questa parte abbiamo la zona espositori di Piazza Spontini, Indipendenza e Ghislieri con piante e fiori già da domani per l’anteprima dalle 15» ha aggiunto il responsabile David Vitali.

Presente il banchetto del Comune in Piazza della Repubblica che ospita la Protezione Civile, l’Asp, l’Ufficio Tecnico e Jesi Servizi che illustreranno i loro servizi. Presente anche Agende Rosse che domenica alle 21 sarà in Piazza delle Monnighette con la fotografa Letizia Battaglia per parlare di mafia a Palermo negli anni Ottanta. Ci sarà anche l‘Anpi in Piazza Federico II con le nuove t-shirt, le borse in tela, i fazzoletti, le spillette e tanto altro. Il premio alla migliore bancarella previsto per domenica mattina (24 settembre) con il sindaco Bacci, nel tendone del comune. Parcheggi e impianti di risalita gratuiti: Mercantini, Zannoni, delle Conce e scala mobile Palazzo Battaglia.