Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Festa dei nonni, Cesaroni: «Non si può essere genitori due volte, sono ruoli che si giocano una sola volta nella vita»

Risorsa insostituibile, bene prezioso per le generazioni future di figli e nipoti, memoria storica collettiva della famiglia e non solo. Nel giorno della "Festa dei nonni" la mental coach Roberta Cesaroni affronta questa tematica

“Il sorriso di un nonno, un tesoro da custodire tra le più grandi ricchezze”. Il 2 ottobre è la “Festa dei nonni”, e non è una casualità che capiti lo stesso giorno dedicato alla ricorrenza degli angeli custodi.

I nonni sono una risorsa insostituibile, un bene prezioso per le generazioni future di figli e nipoti, sono rassicuranti, ci fanno sentire amati, capiti, ascoltati, figure fondamentali nella vita di tutti noi.

Con i nonni puoi infrangere le regole, ti concedono qualche vizio in più rispetto ai genitori, sono un rifugio sicuro, sono confidenti a cui puoi affidare preoccupazioni e pensieri, sono in grado di consolarti, incoraggiarti e su cui contare sempre.

I nonni sono una grande ricchezza per i nostri figli, racchiudono la storia della nostra famiglia, il nostro mondo

I nonni sono custodi della memoria storica dell’intera famiglia, di un mondo antico fatto di odori, profumi, immagini, fotografie e ricordi da custodire gelosamente e tirare fuori dal cilindro ogni volta che siamo in difficoltà.

Roberta Cesaroni, life e mental coach

Quante volte ci è capitato di far scorrere una serie di immagini e ricordi, nella nostra mente, che possano mettere pace nel nostro cuore. E tra queste molte sono legate ai nonni, le passeggiate, il gelato, nonno che ci veniva a prendere a scuola con il motorino, le tabelline imparate con nonna, le patatine prima di cena… Questi ricordi sono un patrimonio importantissimo per tutti noi, sono i pilastri sui quali si costruire la persona.

I nonni sanno sempre qual è il momento giusto per riempirti del loro amore e per loro il momento giusto è “Sempre”. I nonni hanno l’argento nei capelli ma l’oro nel cuore.

I nonni, a volte sono stati dei genitori molto rigidi con i propri figli, ma come nonni diventano dolcissime signore e dolcissimi signori, capaci di lasciarsi abbindolare dagli occhi dolci dei propri nipoti. I nonni hanno più tempo e per questo sono pazienti, riescono a far svolgere ai propri nipoti delle attività per cui i genitori non hanno tempo da dedicare.

I nonni sono un vero e proprio sostegno morale, riescono a stimolare i nipoti con affetto e dedizione, facendo allenare le loro attitudini, potenzialità e passioni. Infatti i nipoti si sentono più liberi di esprimere i loro bisogni legati allo sviluppo della personalità

È davvero insostituibile l’amore che i nonni offrono spontaneamente ai propri nipoti, quell’amore incondizionato.

La fortuna di aver conosciuto i propri nonni, o anche solo uno di loro, rappresenta un valore affettivo prezioso e insostituibile, qualcosa di cui ritenerci orgogliosi e che ha bisogno di essere preservato. Solo con il passare del tempo ci rendiamo conto di quanto sono importanti, sono le nostre radici e custodi delle nostre vite, memoria del passato e origine di ciò che siamo.

Sono cresciuto con i miei nonni”. È un’espressione sentita spesso, in cui molti di noi si riconoscono. I nonni raccontano, ascoltandoli è come leggere tutta la nostra storia, quella dei nostri genitori, dei loro genitori dei loro nonni, dei matrimoni, delle guerre, delle speranze e delle delusioni, di come era dura la vita e di quelle piccole storie particolari che si mischiano a grandi avvenimenti come la guerra e il terrorismo.

I nonni sono una memoria storica collettiva, grazie a quel rapporto speciale con figli e nipoti, un patrimonio di esperienze che gli anziani da sempre in ogni parte del mondo grazie alla tradizione orale tramandano di generazione in generazione.

I nonni riescono ad alimentare quel desiderio di ascoltare all’infinito fatti, storie, filastrocche, ricordi felici e a volte dolorosi.

I nonni sono come dei libri parlanti, ricchi di valori, di sapere, di abilità da trasmettere, insegnare, in grado di stabilire un dialogo intergenerazionale con i nipoti per trasferire tutte le loro conoscenze, esperienze e consigli dal modo di cucinare, ai proverbi e a canti in dialetto, dalle tradizioni antiche alle raccomandazioni pratiche.

Cari nonni a voi spetta la piacevole gioia di viziarli, perché il vostro vizio è amore, ma non fate i genitori dei vostri nipoti.

Il ruolo dei nonni è anche di aiuto, ed è un aiuto prezioso, ma non può essere barattato con l’ingerenza sull’educazione dei nipoti. Laddove una famiglia si avvale di mamma e papà, le decisioni su come educare alla scelta dello sport, di attività extra scolastiche, la meta delle vacanze, spetta esclusivamente ai genitori. I nonni non dovrebbero utilizzare manovre manipolatorie per far convergere idee, anche attraverso piccoli ricatti, non sono educativi quei nonni che “mettono il muso”, con la maestria di un bambino di 3 anni, per futili ragioni.

È fondamentale un sano alternarsi dei ruoli: non si può fare il bis di essere genitori e figli, sono ruoli che si giocano una sola volta nella vita.

Occorre rispettare i ruoli. Può capitare che i nonni si interpongano nell’educazione dei bambini imponendo il loro punto di vista sui genitori effettivi; altre volte capita che una regola tanto difficilmente imposta e pretesa in casa propria, viene ignorata e infranta in casa dei nonni, da sempre più permissivi e per questo apparentemente più amati. Questo può portare ad un contrasto generazionale, e le liti che ne conseguono, coinvolgono tutti a discapito dei bambini o dei ragazzi, perché vengono a sottrarsi affetto e attenzioni.

I bambini si trovano in confusione di fronte a regole opposte: evitate i conflitti istaurando un buon rapporto di collaborazione, facendo comprendere che la sovrapposizione dei compiti oltre a creare spiacevoli tensioni in famiglia, può insinuare nei piccoli grandi confusioni. 

I giocattoli più semplici, quelli che anche il bambino più piccolo riesce ad usare, vengono chiamati NONNI.

Roberta Cesaroni
(cell. 345.1408208)
Psicologia del Lavoro e delle Organizzazioni Life Mental Coach – Coach Adolescenziale Spa&Wellness Coach Manager