Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Jesi, la Festa della Musica risveglia Teatro Moriconi e Stupor Mundi

Fra i due complessi, il primo ancora chiuso al pubblico e il secondo in fase di riavvio, il programma pomeridiano di domenica 21 giugno. Si comincia al mattino fra Santa Maria del Piano e San Giovanni Battista

Da sinistra Mariella Martelli, Marta Tacconi, Federica Livi e Lucia Basili

JESI – Due spazi ritrovati, anche se per ora solo parzialmente, e la riconferma di due tradizioni. Sono gli appuntamenti intorno ai quali si incardinerà la celebrazione, anche a Jesi, della Festa della Musica domenica prossima 21 giugno.
Un programma allestito in pochi giorni – in collaborazione fra Comune e Fondazione Pergolesi Spontini – nel momento in cui si è avuta la certezza di potere, dal 15 giugno scorso, tornare allo spettacolo dal vivo, sia pur nelle forme e coi limiti delle norme anti-contagio.

«Ma per il sesto anno consecutivo anche a Jesi si festeggerà questa giornata per la musica – evidenzia l’assessore alla cultura Luca Butini – e di questo c’è da essere soddisfatti. Ad attenderci un programma trasversale fra i generi, dalla tradizione al dj set che tornerà a far vivere, sia pure senza pubblico, il Teatro Moriconi. E poi l’appuntamento nel cortile del Museo Stupor Mundi, con una riapertura straordinaria in attesa di re-inaugurarlo come si deve. Fondamentale il lavoro svolto da Francesco Tiberi e Paolo Appignanesi».

Da sinistra Luca Butini, Marta Tacconi, Federica Livi e Lucia Basili

Si inizierà alle 6 del mattino con il classico Concerto dell’Aurora del Coro Regina della Pace all’Abazia di Santa Maria del Piano. Alle 9,45 per la rassegna “Musica Praecentio” alla ripresa, nella Chiesa di San Giovanni Battista il concerto “Laudent eum coeli et terra” per organo, percussioni orff e voci recitanti del Coro Cardinal Petrucci diretto da Mariella Martelli. Alle 15, sui canali social del Comune e in particolare la pagina Fb Jesi Cultura e Turismo, il dj set di Jordan Bucci ripreso dal video maker Federico Popa dal Teatro Moriconi (chiuso in attesa dei lavori di messa a norma antincendio). Alle 18,45 nel cortile del Museo Federico II Stupor Mundi il Concerto per pianoforte e voce con lettura di brani poetici tenuto da Marta Tacconi al pianoforte e dal soprano Federica Livi, “Lingua Mater”.

Lucia Basili rappresenta la Rnb4 Culture, la start-up che si accinge alla riapertura definitiva dello Stupor Mundi: «Lieti di partecipare all’evento, nel mese di giugno stiamo per ora riproponendo l’apertura nelle sole giornate di sabato e domenica, con ingresso ridotto a 4 euro. Domenica 21 protrarremo l’orario fino alle 22.30».
Nella corte, per ascoltare le note di Marta Tacconi e la voce di Federica Livi, ci sarà spazio, in base alle norme, per 40-45 posti rigorosamente seduti. «Eseguiremo un programma appositamente scritto per voce e pianoforte – spiega Tacconi – ad alto tasso poetico. Quindici brani e un finale a sorpresa dal repertorio liederistico francese di Poulenc, tedesco di Schubert e Schumann e italiano di Toschi e Puccini».

L’ingresso al Museo Federico II Stupor Mundi

Ricorda Mariella Martelli del Coro Cardinal Petrucci: «Posticipati al mese di luglio i concerti che erano stati previsti nei mesi scorsi. Per la Festa della Musica, con un anticipo anche sabato 20 alle ore 18, proporremo musiche di autori tedeschi e francesi precursori di Bach».