Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

I marchigiani Federica Biondi e Gabriele Ogiva al Los Angeles Italian Film Festival con Gli anni folli della velocità

Il documentario girato nelle Marche dalla regista di Monsano e dal direttore del museo del giocattolo di Ancona, sarà visibile gratuitamente fino alle ore 4 di venerdì 23 aprile

la regista Federica Biondi sul set del flm "Gli anni folli della velocità"

Ancora una ribalta di primo piano per la regista di Monsano (An) Federica Biondi, dopo il premio alla migliore regia al Mirabilia International Film Awards di Torino conquistato lo scorso gennaio per il suo cortometraggio Alla fine della nuvola, prodotto dal Centro Studi Piero Calamandrei di Jesi. Il suo nuovo docufilm Gli anni folli della velocità (The crazy years of speed), girato lo scorso anno nelle Marche, è stato selezionato per la 16esima edizione del Los Angeles Italian Film Fashion and Art Festival, in corso in questi giorni ad Hollywood, e sarà visibile su Mymovies.it, fino alle ore 4 di venerdì 23 aprile. Per guardare il film, occorre prenotare il biglietto gratuito, e si riceverà una email con il link per accedere alla sala virtuale.

Gli anni folli della velocità è un documentario scritto e diretto dalla Biondi insieme a Gabriele Ogiva, l’anconetano che nella città dorica ha dato vita al Museo del giocattolo antico, e che pure firma la produzione del film. Interpreti del film sono Marco Di Stefano ed Elena Schiavoni. Lucio Matricardi ha composto la colonna sonora. Ha collaborato Elena Turchi in qualità di consulente storica del progetto che rievoca l’Italia del dopoguerra attraverso immagini di repertorio girate ad Ancona e a Senigallia.

Il film è un viaggio romantico negli ambienti delle corse automobilistiche degli anni ’50, un documentario emozionante che racconta, attraverso gli occhi di un bambino, la necessità della gente di tornare alla vita e celebrarla dopo gli anni bui della seconda guerra mondiale. Un ritrovamento fortuito di pellicole in 8 mm in una soffitta e un certosino lavoro di ricerca storica hanno spinto Gabriele Ogiva a mettere insieme e in ordine tutti i pezzi del passato di una famiglia e creare un racconto inedito in un film tenero e commovente.

Organizzato da Pascal Vicedomini al Chinese Theatre, il Los Angeles Italian Film Fashion and Art Festival è una vetrina prestigiosa per i film selezionati, una manifestazione che si avvale del sostegno del ministero della Cultura e della partecipazione del Consolato Generale Italiano, dell’ICE e dell’Istituto Italiano di Cultura di Los Angeles; tra i film italiani in vetrina, è anche il docufilm su Antonio Spadolini “Spadò”, il danzatore di origine anconetana che fu tra gli artisti più osannati nella Parigi anni ’30.

Grazie alla distribuzione di Premiere Film, il docufilm Gli anni folli della velocità sarà poi proiettato dall’Europa all’Estremo Oriente all’America, e quindi in Italia anche in varie località delle Marche (tra cui il CineOff di Offagna dal 16 al 19 settembre). Per seguire la programmazione, info sulla pagina Facebook “Gli anni folli della velocità Il Film”.

Alla Rocca Roveresca di Senigallia sul set del film “gli anni folli della velocità”, con Michele Conti , Elena Turchi e Marco Di Stefano

Federica Biondi, filmaker nata a Jesi nel 1978, ha firmato numerose produzioni tra cui, nel 2018, il cortometraggio Vicini, un progetto girato nella sua città natale e tratto da un racconto pubblicato nel libro Le femmine sono numeri dispari di Francesca Tilio. Ha firmato diverse regie e sceneggiature tra cui, nel 2020, Gli anni folli della velocità, nel 2015 il documentario Dimmi che illusione non è, e nel 2014 Mi dispiace di lasciarla. Laureata in Scienze della comunicazione – Comunicazioni di Massa, ha affiancato il regista Henry Secchiaroli scrivendo sceneggiature per cortometraggi (tra cui La costruzione del potere con Neri Marcorè), e curando i backstage dei film di opere liriche prodotti da Metis Film per la Unitel (Nabucco all’Arena di Verona, l’Anelli dei Nibelunghi al Palau del les Arts Reina Sofia di Valencia, Macerata Opera Festival allo Sferisterio di Macerata). 
Nel 2009 ha fondato la Guasco libri e cinema, produzione cinematografica di Ancona con la quale produce cortometraggi (Addetti ai lavori regia di Alessandro Lentati, con Fabrizio Ferracane, Lucia Mascino e Roberto Zibetti), scrive e dirige spot pubblicitari e offre supporto tecnico sul territorio alle produzioni televisive (ep. Niente di Personale della serie tv Crimini con Donatella Finocchiaro e Rolando Ravello, regia Ivan De Matteo, produzione Tao Due) e cinematografiche (Niente può fermarci, regia Luigi Cecinelli, con Giammarco Tognazzi, Gérard Depardieu, Carolina Crescentini, Massimo Ghini, produzione Angelika Vision e Rai Cinema).

Ecco il trailer de Gli anni folli della velocità: