Centro Pagina - cronaca e attualità

Jesi

Tra aperitivi e flash mob horror “Jesi si maschera”. Ecco il Carnevale

Eventi goliardici, interattivi, culturali, artistici per tutte le età, animeranno la città dal 20 al 25 febbraio. Per il settimo anno, la kermesse è organizzata dalla associazione presieduta da "Victor" Lorenzo Boccacci

Jesi si maschera 2020

JESI – «Eventi goliardici, interattivi, culturali, artistici e mascherati per tutte le età dal 20 al 25 febbraio». Così il programma di “Jesi si maschera”, il Carnevale jesino, organizzato per il settimo anno dalla omonima associazione. «Abbiamo deciso di cambiare identità visiva, concentrandoci sulla caratteristica della illusorietà che ha il Carnevale- spiega il presidente “Victor” Lorenzo Boccacci– tema a cui ci si ispira per l’edizione 2020 l’Art Noveau o stile liberty».

L’assessore Luca Butini con l’organizzazione di Jesi si maschera 2020

Apprezza l’impostazione l’assessore alla cultura Luca Butini: «Una edizione caratterizzata dalla attenzione al dettaglio e da una offerta adeguata al contesto del centro in cui si svolge».

Fra gli spunti, l’aperitivo in maschera che coinvolgerà i locali del centro sabato 22 febbraio e il flash mob horror di domenica 23 a Palazzo dei Convegni. Martedì 25, giorno di Carnevale, la chiusura con la sfilata in maschera dei più piccoli orchestrata dalla presentazione di Marco Zingaretti e Selena Abatelli. Cinque le mostre: a Palazzo dei Convegni “Arte in maschera” con costumi e realizzazioni di Giusi Bellagamba e Giuseppe Tombolesi; a Palazzo Bisaccioni “TortArte”; nel Boudoir di Palazzo Pianetti “Marche 800”, a Palazzo Santoni “Moulin Rouge e le atmosfere della Belle Epoque a cura degli studenti dell’Artistico Mannucci; all’ex Appannaggio l’artista Marco Montanari.

Giovedì 20 febbraio
Salone delle Maschere (presso Palazzo dei Convegni):
– Disegna la mascotte (ore 16)
Laboratorio per bambini da 0 a 9 anni a cura di “Mamaanimation”. Durante l’evento distribuiti dolci gentilmente offerti dalla pasticceria “Zoppi” Servizio fotografico di “Ubaldi FotoVideo”.

Sabato 22 febbraio
– Aperitivo in maschera
Concorso di carnevale che si sviluppa tra i bar e pub di Jesi. L’ambiente ed il personale dovranno essere allestiti, nel modo più carnevalesco possibile.

Salone delle Maschere (presso Palazzo dei Convegni)
– Arcobaleno in bottiglia (ore 16)
Laboratorio per bambini da 4 a 9 anni a cura di “Clown Trappola”.
– La Fornace ludica (giochi da tavolo)

– Mille e una bolla (spettacolo di bolle di sapone ore 18)

Domenica 23 febbraio
Palazzo Bisaccioni:
– Carnevale al Museo (ore 16:30)
Laboratorio per bambini da 5 a 11 anni a cura della “Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi”.

Salone delle Maschere (presso Palazzo dei Convegni):
– La Fornace ludica (giochi da tavolo)

– Shock in my town (performance / gara in maschera horror ore 17)
L’avvenimento collettivo, il ballo libero, la maschera, le maschere, tutto come in uno strano sogno, surreale idea e dell’eclettico artista-organizzatore, nativo di Jesi, Alessio Amici (Toxygeno). Un flashmob a tutti gli effetti. Costumi macabri, dark, oppure fantasy/fantastici, di altre “dimensioni” o da paesaggi semireali alla Tim Burton, venuti da altri pianeti e altro
–  Performance pittorica e musicale a cura dell’artista Andrea Marconi

Lunedì 24 febbraio
Salone delle Maschere (presso Palazzo dei Convegni):
– Marionette di Carnevale (ore 16:30)
Laboratorio per bambini da 4 a 10 anni a cura di “Scatolone Fabbricone”

Martedì 25 febbraio
Salone delle Maschere (presso Palazzo dei Convegni):
– Animazione per bambini (ore 16:00)

– Bambini in maschera (ore 18:00). Sfilata in maschera


Dal 20 al 25 febbraio
– Fotografie dal Carnevale 2020

Primo concorso fotografico “Jesi si Maschera”

Durante i festeggiamenti del Carnevale di Jesi scegli i tuoi scatti migliori (massimo 3 foto) e postali sulla pagina Facebook “Jesi si Maschera” entro il 5 marzo 2020. Le foto ricevute verranno pubblicate nell’album “Fotografie dal Carnevale 2020” e parteciperanno al concorso che decreterà 2 vincitori: quello della critica – deciso dalla giuria formata da 2 professionisti del settore, Eugenio Gibertini e Michele Magliola- quello del pubblico eletto in base al numero di “like” sulla foto da parte degli utenti che seguono la pagina