Europei, l’Italia di Marini non brilla

Dopo l'oro individuale under 17 agli Europei di Plovdiv in Bulgaria, il fiorettista del Club Scherma Jesi Tommaso Marini chiude al quinto posto con la nazionale la prova a squadre. Azzurri fermati nei quarti dalla Russia, poi vincitrice, nel confronto più tirato del tabellone

I complimenti della super campionessa Valentina Vezzali all'oro europeo under 17 Tommaso Marini.

JESI – Gara a squadre amara, agli Europei di scherma giovanili di Plovdiv in Bulgaria, per l’Italia under 17 di Tommaso Marini, talento anconetano del Club Scherma Jesi laureatosi martedì scorso Campione d’Europa nell’individuale di fioretto. Nella prova di squadra, Marini e i suoi compagni Federico Pistorio, Alessio Di Tommaso e Alessandro Stella si sono dovuti accontentare del quinto posto, fermati nei quarti di finale per 45-42 dalla Russia, poi vincitrice della gara.

Sulle pedane bulgare gli azzurri hanno superato nel primo turno la Svezia per 45-23 per poi cedere ai russi nel confronto più tirato dell’intero tabellone. In seguito per Marini e compagni si è aperto il percorso dei piazzamenti per il quinto posto, dove hanno superato la Romania 45-26 e la Germania per 45-35. Oro alla Russia, vincente nell’ultimo atto sulla Francia per 45-39, bronzo all’Olanda.

Dagli Europei di Plovdiv, dove Valentina Vezzali è capodelegazione azzurra dell’under 17, Marini torna con l’oro del titolo continentale. Per il Club Scherma Jesi restano in gara le under 20 Serena Rossini e Elena Tangherlini: individuale il 6 marzo e gara a squadre in chiusura di Campionati il 9.