Jesi-Fabriano

Emergenza maltempo, il sindaco Bacci: «Il Piano Neve sta funzionando discretamente, incrociamo le dita»

Il Primo Cittadino di Jesi fa il punto a metà della prima giornata di gelo siberiano che ha investito anche la città. Situazione differenziata all'interno del nucleo urbano e in campagna

Piazza della Repubblica con il teatro sullo sfondo
Piazza della Repubblica con il teatro sullo sfondo

JESI – La neve è arrivata e la macchina organizzativa si è mossa. Da ieri sera, tecnici del Comune, della Protezione Civile e dei Vigili del Fuoco stanno operando alacremente per ridurre al minimo i disagi alla cittadinanza. La situazione all’interno del nucleo urbano, pur con qualche naturale problematica, resta abbastanza accettabile. Qualche criticità in più, ovviamente, nelle campagne circostanti.

«La macchina organizzativa si è mossa con tempestività, il coordinamento fra gli attori coinvolti ha funzionato discretamente fino a questo momento – spiega il sindaco Massimo Bacci, che monitora costantemente la situazione -. Incrociamo le dita perché è atteso un peggioramento delle condizioni climatiche e il gelo potrebbe creare difficoltà. Tracceremo un bilancio delle attività svolte, e della loro efficacia, al termine dell’emergenza».

 

Ecco le raccomandazioni del Comune:

1. I residenti del centro sono invitati a parcheggiare i propri veicoli al Mercantini che resterà eccezionalmente aperto anche nella giornata di domani (domenica 25) dalle ore 6.30 alle ore 21, al fine di non ostruire l’eventuale transito dei mezzi spazzaneve tra le vie più ristrette della parte storica della città.

2. Si invitano in generale i cittadini ad utilizzare i veicoli solo in caso di necessità e comunque avendo cura che gli stessi veicoli siano provvisti di gomme termiche o abbiano catene a bordo (sempreché chi è alla guida o chi è passeggero sappia montarle).
3. In considerazione del forte abbassamento delle temperature, i contatori dell’acqua, laddove esposti al freddo, vanno protetti (anche con del polistirolo).

4. I passi carrai privati vanno sgomberati dall’eventuale accumulo di neve a cura dei legittimi proprietari, che sono tenuti anche a mantenere puliti da neve e ghiaccio i marciapiedi o  spazi pubblici che si affacciano nelle loro abitazioni.

5. Le persone anziane sono invitate a rimanere in casa finché permane il pericolo di ghiaccio e si invitano pertanto i familiari a rafforzare la rete relazionale.

Per qualsiasi situazione di emergenza, comunque, è attivo presso il centro operativo comunale il numero verde 800345393.

Ti potrebbero interessare

Allerta meteo, arrivano i temporali nelle Marche

La Protezione civile regionale ha diramato un avviso di criticità gialla per temporali, valido per la giornata di domani. L’allerta interessa tutto il territorio marchigiano, dalla costa all’entroterra, dal Nord al Sud delle Marche